iscrizionenewslettergif
Politica

Formigoni: Vespa non m’invita. La replica: esagerato

Di Redazione6 giugno 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Roberto Formigoni

Roberto Formigoni

ROMA — “Formigoni esagera: capisco la sua conoscenza non approfondita della politica romana, ma sarebbe bastato chiedere non dico ai leader ma a qualunque portavoce di qualunque partito per sapere con quale assoluta autonomia di giudizio vengono fatte da sedici stagioni le nostre scelte. E si sarebbe risparmiato una offesa gratuita e pesante”. Così il conduttore di Porta a porta, Bruno Vespa, replica all’accusa lanciata dal governatore della Lombardia, Roberto Formigoni.

“Se Roberto Cota è spesso presente nella nostra e in altre trasmissioni – spiega Vespa – lo si deve solo al fatto che è il solo dirigente leghista insieme con Reguzzoni e Salvini a dare una certa disponibilità. Nel Pdl la scelta è molto più vasta, tra ministri e titolari di incarichi di vertice. Ci sono perciò almeno un paio di ministri che in questa stagione non ci è stato possibile invitare, ma la loro garbatissima disponibilità non si è certo trasformata in note di protesta a mezzo stampa, perché sanno che nessuno ha inteso discriminarli. Come nessuno si è sognato di discriminare Formigoni, intervenuto da noi cinque volte in quattro anni e non una in cinque come ha sostenuto lui”.

“Si aggiunga – conclude Vespa – che l’ala cattolica in cui si riconosce il presidente della Lombardia è stata spesso rappresentata autorevolmente a Porta a porta dal vicepresidente della Camera Lupi. E quando dovessimo invitare Formigoni sarebbe per una nostra scelta o perché qualcuno ce lo ha ordinato? Se attaccare una trasmissione senza motivo non è la strada maestra per parteciparvi, questa polemica non ci farà velo quando, per esempio, il presidente lombardo parteciperà alle primarie per la nuova leadership del Pdl”.

Scajola cerca di rottamare il partito, ma il Pdl dice “no”

Claudio Scajola ROMA -- "Non sono un entusiasta, non sono convinto che le primarie si adattino al ...

Primarie per i coordinatori provinciali, Mantovani frena

Mantovani con Pagnocelli e Raimondi MILANO -- "Le primarie possono veramente essere un metodo per selezionare al meglio la nostra ...