iscrizionenewslettergif
Politica

Primarie per i coordinatori provinciali, Mantovani frena

Di Redazione6 giugno 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Mantovani con Pagnocelli e Raimondi

Mantovani con Pagnocelli e Raimondi

MILANO — “Le primarie possono veramente essere un metodo per selezionare al meglio la nostra classe dirigente e per scegliere nel modo migliore tutti i nostri candidati ai diversi livelli”. Lo ha affermato il governatore della Lombardia, Roberto Formigoni, che giudica positivamente l’apertura del presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, alle primarie.

“Certamente, come dice Berlusconi, dovremo trovare il modo per garantire che le primarie non siano influenzate da fattori esterni o da disturbatori, ma questi sono problemi che possono essere risolti, e l’ideale sarebbe regolamentare con legge le primarie come avviene ad esempio negli Stati Uniti” ha aggiunto Formigoni, favorevole ad estendere le primarie anche ai futuri coordinatori provinciali e cittadini del partito.

L’idea tuttavia divide. Non tutti nel partito sono favorevoli a questa soluzione. Contrario, prima di tutti, il coordinatore regionale del Pdl Mario Mantovani secondo cui “le primarie sono utili ma solo per scegliere le cariche istituzionali, cioè sindaci, presidenti di Provincia e di Regione, se non si trova un accordo all’interno del partito. Le primarie sono utili quando si contrappongono figure di livello”. Quanto alle cariche interne al partito, Mantovani non ha dubbi: “I partiti devono pensare a regole interne molto precise, prevedendo un’ampia partecipazione democratica. Io penso a primarie degli eletti, che hanno già superato una selezione popolare e hanno avuto consenso. Non mi piace l’idea di tornare a tesseramenti e iscritti dell’ultima ora. Dico no agli opportunismi di materia che in politica non sono rari”.

A Bergamo ne vedremo delle belle.

Formigoni: Vespa non m’invita. La replica: esagerato

Roberto Formigoni ROMA -- "Formigoni esagera: capisco la sua conoscenza non approfondita della politica romana, ma sarebbe ...

La questione Atalanta spacca il Partito Democratico

Matteo Rossi BERGAMO -- I consiglieri provinciale e regionale del Partito Democratico, Matteo Rossi e Maurizio Martina, ...