iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Sport

Partite truccate: 23 milioni di euro scommessi su Padova-Atalanta

Di Redazione1 giugno 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il tabellone della partita

Il tabellone della partita

BERGAMO — Ventitré milioni di euro sono stati puntati in una sola giornata su siti di scommesse asiatici. E la partita in questione è Padova-Atalanta del 26 marzo 2011. E’ quanto emerge dalle intercettazioni contenute nell’ordinanza del gip Salvini.

Secondo quanto scrive il giudice Guido Salvini nella sua ordinanza, la truffa “rischia di aver già falsato alcuni dei risultati di vari campionati: basti pensare che l’Atalanta e il Siena sono state recentemente promosse in serie A e si tratta di due delle squadre coinvolte negli eventi descritti”.

“Dall’ascolto di numerose telefonate – scrive il gip – intercorse fra i vari soggetti emergeva che il risultato era stato concordato tra le due societa’ e che la prova dell’effettiva ‘combine’ si ricavava allorquando una delle persone intercettate comunicava che nella giornata di giovedi’ 24 marzo erano gia’ stati giocati sui vari siti asiatici 23 milioni di euro”. La conversazione intercettata e’ quella fra Antonio Bellavista, ex calciatore ritenuto manipolatore delle partite e Massimo Erodiani, titolare di agenzie di scommesse. La circostanza preoccupa i due in quanto le quote delle scommesse iniziano a scendere e cercano cosi’ di informarsi in una serie di telefonate dell’avvenuto accordo sul pareggio.

Tra gli arrestati l’ex attaccante della nazionale e idolo della Lazio, il bergamasco Beppe Signori, ai domiciliari. La Polizia di Stato di Cremona, coordinata dal Servizio Centrale Operativo (Sco) ed in stretta collaborazione con le Questure di Bari, Como, Bologna, Rimini, Pescara, Ancona, Ascoli Piceno, Ravenna, Benevento, Roma, Torino, Napoli e Ferrara, ha eseguito sedici misure cautelari a conclusione di un’articolata attivita’ investigativa relativa ad una serie di episodi connessi al fenomeno del calcioscommesse che negli ultimi mesi avrebbero fortemente condizionato il risultato di alcuni incontri dei campionati nazionali di serie B e di Lega Pro.

Secondo quanto accertato dalle indagini, durante la partita Cremonese-Paganese, avvenuta il 14 novembre scorso e terminata 2 a 0, un calciatore della squadra di casa durante l’intervallo, avrebbe somministrato ai suoi compagni un sedativo per peggiorarne le prestazioni. Uno di questi sarebbe poi uscito di strada con la sua auto, altri due avrebbero avuto malori. Nell’ordinanza, il giudice scrive: “Beppe Signori, e’ leader indiscusso per ragioni di prestigio personale del gruppo di Bologna. Il suo nome non deve essere pronunciato o deve essere pronunciato con cautela. Si preferisce parlare di ‘Beppe nazionale’ o di colui che ha segnato 200 goal in Serie A”.

Risulta indagato anche Stefano Bettarini nell’ambito dell’inchiesta. Sarebbe coinvolto nel tentativo di manipolare Inter-Lecce in modo da conseguire il risultato finale che vedesse segnati almeno tre gol. La partita in questione e’ terminata uno a zero per l’Inter.

Partite truccate: falsati i campionati di serie B e C

No comment BERGAMO -- "Corruzione di giocatori, scommesse, somme pagate per alterare il risultato delle partite su ...

Coinvolgimento di Doni? Ecco cosa dicono le carte

doni7 BERGAMO -- Qual è il coinvolgimento di Cristiano Doni nella brutta, bruttissima vicenda delle partite ...