iscrizionenewslettergif
Esteri

Batterio killer: crescono i morti, ma i cetrioli non c’entrano

Di Redazione1 giugno 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il batterio dell'escherichia coli

Il batterio dell'escherichia coli

MADRID, Spagna — Un uomo di 40 anni è stato ricoverato in gravi condizioni in un ospedale di San Sebastian, nei Paesi Baschi, dopo aver presentato i sintomi da infezione del batterio Echerichia Coli. Lo ha confermato il dipartimento basco per la Sanità.

Secondo quanto riporta il quotidiano spagnolo El Mundo, l’uomo sarebbe rientrato il 20 maggio dalla Germania ed è stato subito ricoverato in ospedale. Questo batterio, che si teme sia partito proprio dalla Spagna, ha già provocato 15 morti in Germania e uno in Svezia.

Proprio nel Paese scandinavo una donna svedese è morta a causa della sindrome emolitico-uremica (Hus), una particolare complicanza derivante dall’infezione associata al batterio dell’escherichia coli. Lo riferiscono fonti ospedaliere. Si tratta del primo decesso del cosiddetto batterio killer al di fuori della Germania. Un altro caso grave potrebbe essersi verificato nella Repubblica Ceca, dove un uomo è sotto osservazione.

Le autorità sanitarie europee non sono però ancora riuscite a determinare con esattezza la fonte della contaminazione del batterio. Sulla base delle informazioni finora ricevute e raccolte, “siamo in grado di dire che la contaminazione è legata a prodotti originati in Spagna, ma non possiamo dire a quale livello la contaminazione è stata presa” hanno detto le autorità europee.

Mentre in Europa dilaga la psicosi tra i consumatori che per giorni hanno guardato con sospetto i cetrioli, arrivano i primi dubbi sulle reali responsabilità dell’ortaggio incriminato: “La fonte dell’infezione – ha riferito infatti ieri il ministro della sanità di Amburgo, Cornelia Pruefer-Storcks – non è stata ancora identificata”. I patogeni individuati su 2 dei 3 cetrioli contaminati non corrisponderebbero a quelli rilevati nelle feci dei pazienti. Stesso responso dalla portavoce della Commissione Ue, Pia Hansen: “Le analisi sono in corso, non sappiamo ancora la fonte della contaminazione”.

LEGGI ANCHE
Batterio killer: come si prende e come si cura

Batterio killer: salgono a 13 i morti. Primi casi in Francia

Il batterio in laboratorio AMBURGO -- Il batterio killer Ehec continua ad uccidere. Sale il bilancio dei morti in ...

Batterio killer: 2000 contagiati, allarme in Europa

Escherichia coli AMBURGO, Germania -- Gli scienziati non sanno dove andare a parare. L'Organizzazione mondiale della Sanità ...