iscrizionenewslettergif
Esteri

Batterio killer, il contagio dilaga: allerta ai confini italiani

Di Redazione30 maggio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il batterio killer

Il batterio killer

AMBURGO, Germania — Crescono le preoccupazioni per la diffusione della tossina killer che ha giù ucciso 10 persone in Germania, contagiandone altre 276. Ora pare che il contagio del batterio Escherichia coli si sia allargato anche ad altri 7 paesi europei: Spagna, Svizzera, Svezia, Danimarca, Olanda, Gran Bretagna e Austria.

In tutti i casi si tratta di persone che hanno contratto l’infezione dopo essere stati in Germania o di cittadini tedeschi. In Italia, dove non si registrano casi, continua ad essere attiva la sorveglianza da parte del ministero della Salute, attraverso l’Istituto Superiore di Sanità.

La sorveglianza è alta in tutta l’Europa: i Centri Europei per il Controllo delle Malattie stanno collaborando con i ministeri della Sanità dei singoli Stati, con l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, la Commissione Europea e l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms).

Si tratta della più grave infezione alimentare mai registrata in Germania. È provocata da una delle tossine più aggressive prodotte dal batterio Escherichia coli, chiamata Shiga, che provoca diarrea emorragica e una malattia chiamata Sindrome emolitico-uremica finora osservata soprattutto nei bambini e negli anziani.

Accanto alla gravità di questi effetti, a rendere perplessi gli esperti è il fatto che i casi sono decisamente numerosi rispetto a quelli finora osservati negli ultimi anni.

Batterio killer, individuata l’origine: cetrioli spagnoli

Il temuto batterio AMBURGO, Germania -- E' stata individuata l'origine del batterio killer che sta facendo tremare l'intera ...

Batterio killer: aumentano le vittime. Sequestrati cetrioli in Italia

Il batterio dell'Escherichia coli AMBURGO, Germania -- Crescono le vittime del batterio killer che sta mettendo in allarme l'intera ...