iscrizionenewslettergif
Esteri

Batterio killer: aumentano le vittime. Sequestrati cetrioli in Italia

Di Redazione30 maggio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il batterio dell'Escherichia coli

Il batterio dell'Escherichia coli

AMBURGO, Germania — Crescono le vittime del batterio killer che sta mettendo in allarme l’intera Europa. La stampa tedesca riferisce di un undicesimo morto. Si tratta di un’anziana di 91 anni morta ieri, la prima nel Nord Reno-Westfalia, una regione a Ovest del paese.

I medici hanno messo a punto una nuova terapia, che, applicata pochi giorni fa, ha iniziato ad avere effetto, come ha annunciato oggi la Facoltà di Medicina della città tedesca di Hannover. I pazienti con sintomi più gravi di insufficienza renale e disturbi neurologici stanno rispondendo al nuovo farmaco. Si tratta del principio attivo eculizumab, un anticorpo che ha notevolmente migliorato la condizione dei pazienti affetti dalla cosiddetta sindrome emolitica uremica.

La maggior parte delle persone colpite proviene dal Nord della Germania, ma sono stati registrati anche casi in Svezia, Danimarca, Regno Unito e Austria, tutti in persone che erano state recentemente in Germania. Il batterio è stato rilevato in cetrioli provenienti da Spagna e Olanda. Ma non è stato stabilito se la contaminazione sia avvenuta nel luogo di origine degli ortaggi, durante la catena di trasporto o al mercato della carne di Amburgo.

Amburgo è anche la città dove è stato registrato il più alto numero di casi: 460 su circa 1.200 in altre parti del Paese. Intensificata dalle autorità tedesche la raccomandazione di non mangiare verdure crude, specialmente cetrioli, pomodori e lattuga.

Intanto, il ministro della Salute, Ferruccio Fazio, ha annunciato ai microfoni del Tg1 il sequestro preventivo, da parte dei Nas, di 7 quintali di cetrioli su cui verranno fatti degli esami per verificare l’eventuale presenza del batterio killer. In una nota del ministero, Fazio sottolinea che il nostro Paese è “in contatto con la Commissione europea attraverso il Sistema di Allerta rapido”. In Italia non sono stati segnalati casi di infezione.

Batterio killer, il contagio dilaga: allerta ai confini italiani

Il batterio killer AMBURGO, Germania -- Crescono le preoccupazioni per la diffusione della tossina killer che ha giù ...

Batterio killer: salgono a 13 i morti. Primi casi in Francia

Il batterio in laboratorio AMBURGO -- Il batterio killer Ehec continua ad uccidere. Sale il bilancio dei morti in ...