iscrizionenewslettergif
Isola

Yara è di nuovo a Brembate. Il pm: indagini ancora lunghe

Di Redazione25 maggio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Yara Gambirasio

Yara Gambirasio

BREMBATE SOPRA — Una piccola bara bianca e i genitori ad attendere. Piangere. Soffrire. E’ straziante vedere la bara di una figlia morta. La salma di Yara Gambirasio è tornata a Brembate Sopra. Questa mattina alle 11.10 il feretro scortato dalle auto delle forze dell’ordine, è entrato nella casa di riposo Serena dove da domani sarà esposto nella camera ardente.

Oggi, invece, la salma sarà disponibile solo per parenti e amici più stretti. I funerali della tredicenne si terranno sabato prossimo alle 11, nel Palazzetto dello sport della cittadina bergamasca.

Nel frattempo sul versante delle indagini, il pubblico ministero Letizia Ruggeri ha raffreddato le attese, commentando ai microfoni dei giornalisti che “siamo ancora nella fase della pazienza”. Gli esami medico legali proseguono. All’anatomo-patologa Cristina Cattaneo il magistrato ha concesso ancora un mese agli esperti di Milano, mentre proseguoni i confronti con il dna trovato sulla ragazzina e ritenuto “utile”. Al momento sono stati superati i duemila test del codice genetico. Proseguono anche le analisi scientifiche su tutti i reperti sequestrati, in particolare sui vestiti, sui quali, però, la pm è lapidaria: “Ci vorranno ancora mesi”.

Yara torna a casa: giovedì 26 la camera ardente

La casa dei Gambirasio, a Brembate Sopra BREMBATE SOPRA -- Mentre è atteso fra qualche ora il dissequestro della salma, un altro ...

Yara ha morso l’assassino: trovato un lembo di pelle fra i denti

Il luogo del ritrovamento di Yara Gambirasio BREMBATE SOPRA -- L'assassino di Yara è un uomo e gli inquirenti avrebbero già in ...