iscrizionenewslettergif
Bergamo

Trapianto, il cuore di Elena batte in una piccola egiziana

Di Redazione23 maggio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Medici in sala operatoria

Medici in sala operatoria

BERGAMO — Per una piccola vita che si spegne ce n’è un’altra che rinasce. Il cuore della piccola Elena, morta dopo essere stata dimenticata dal padre in auto, batte da qualche ora nel petto di una bimba di due anni di Bergamo, figlia di una coppia d’immigrati egiziani.

L’intervento di trapianto, avvenuto agli Ospedali Riuniti di Bergamo, è durato 6 ore. Tutto è filato per il verso giusto. La bimba operata sta bene e le sue condizioni sono stabili. Ora si trova in Terapia intensiva, ancora intubata, ma presto potrebbe essere trasferita, per poi tornare a casa in un lasso di tempo relativamente breve.

La piccola egiziana era stata visitata lo scorso ottobre. Le era stata diagnosticata una miocardiopatia dilatativa e inserita nella lista per i trapianti. Due settimane fa le sue condizioni sono peggiorate e la bambina è stata ricoverata in attesa che arrivasse un organo compatibile col trapianto.

E’ stata la stessa equipe dei “Riuniti” ad andare a Teramo per effettuare l’espianto del cuore. L’organo è poi stato trapiantato nel petto della bimba egiziana dall’equipe guidata dal responsabile del Centro trapianti di cuore Amedeo Terzi, e dal responsabile di Cardiochirurgia pediatrica Lorenzo Galletti.

Morta bimba dimenticata dal padre: cuore trapiantato a Bergamo

Gli Ospedali Riuniti di Bergamo BERGAMO -- La piccola Elena, la bambina dimenticata in auto dal padre per 5 ore, ...

Rapina la farmacia di via Zanica e fugge in scooter

La farmacia di via Zanica BERGAMO -- Ha fruttato 300 euro la rapina messa a segno da un bandito nel ...