iscrizionenewslettergif
Italia

Melania: quella piadina che potrebbe incastrare Parolisi

Di Redazione23 maggio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Melania Rea

Melania Rea

ASCOLI PICENO — I risultati definitivi della perizia medico-legale, le analisi sul traffico telefonico e le celle impegnate dai cellulari, le testimonianze di chi il 18 aprile pomeriggio era a Colle San Marco di Ascoli Piceno, le audizioni nel mondo militare. Prosegue lungo questi filoni l’indagine sull’omicidio di Melania Rea. Nuovi spunti ”interessanti” sono venuti da un confronto fra il pm ascolano e i Ris.

L’attenzione degli investigatori si concentra in particolare sull’ultimo pasto della donna, consumato tra le 13 e le 14 di lunedì 18 aprile, il giorno della scomparsa. Dall’analisi dei reperti, gli esperti del Ris ipotizzano che Melania possa essere stata uccisa tra le 14.30 e le 15. Saranno ulteriori riscontri medici a confermare o smentire. Gli investigatori aspettano di entrare in possesso di altri dati che dovrebbero essere consegnati nei prossimi giorni.

I risultati saranno poi messi a confronto con la versione del marito. Secondo Salvatore Parolisi, la donna alle 14.30 si trovava con lui e la figlioletta sul pianoro di Colle San Marco, per poi sparire 10 minuti dopo mentre cercava un bagno. I riscontri invece potrebbero dire che a quell’ora la donna si trovava alla Ripe di Civitella – a 18 chilometri di distanza – dove avrebbe mangiato una piadina.

Melania colpita alle spalle mentre faceva la pipì

Gli investigatori sul luogo del ritrovamento ASCOLI PICENO -- Mentre continuano senza sosta le indagini sui contorni dell'omicidio di Melania Rea, ...

Avetrana, nuovo colpo di scena: indagata zia Cosima

Cosima Serrano, zia di Sarah Scazzi AVETRANA, Taranto -- Nuovo colpo di scena nell'omicidio di Sarah Scazzi, la giovane scomparsa il ...