iscrizionenewslettergif
Primo Piano

Islanda, nuova eruzione: timori di una nube nei cieli d’Europa

Di Redazione23 maggio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La nube del vulcano Grimsvotn

La nube del vulcano Grimsvotn

REIJKIAVIK, Islanda — Torna l’incubo della nube di cenere e lapilli sopra i cieli d’Europa. A un anno dalla gigantesca eruzione del vulcano islandese Eyjafjallajokull, stavolta tocca al suo fratello maggiore, il Grimsvotn, in sonno dal 2004.

Un’enorme nube si è levata dal suo cratere del Grimsvotn, salendo minacciosa fino a 20 chilometri di altezza. L’ente islandese di aviazione ha imposto il divieto di volo in un’area di 220 chilometri attorno al pennacchio.

Se l’eruzione continuerà con la stessa intensità, sulla base delle previsioni meteo dei prossimi cinque giorni e dell’andamento delle correnti di aria, la nube raggiungerà la Scozia e altre parti della Gran Bretagna martedì a mezzogiorno, per poi dirigersi verso la Francia occidentale e il nord della Spagna entro giovedì o al massimo venerdì prossimo.

Le compagnie aeree europee – che durante la crisi dello scorso anno sono state costrette a cancellare 100 mila voli lasciando sul terreno perdite enormi – sono tutte in stato di allerta. Oggi, in una video conferenza hanno fatto il punto sulle prospettive con esperti meteo e di Eurocontrol, l’ente per la sicurezza del traffico aereo europeo.

L’avvocato: 4 matrimoni su 10 finiscono in tribunale

Verso la separazione BERGAMO -- “Il matrimonio nel nostro paese è in stato comatoso". Lo sostiene il presidente ...

Vulcano: British e Klm cancellano i voli per la Scozia

Il vulcano Grimsvotn LONDRA, Gran Bretagna -- Disagi ai voli in partenza e in arrivo nel Regno Unito ...