iscrizionenewslettergif
Esteri

Paga cauzione da un milione: Strauss-Kahn ai domiciliari

Di Redazione20 maggio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Dominique Strauss-Kahn

Dominique Strauss-Kahn

NEW YORK, Usa — E’ stato il peggiore giovedì della vita per Dominique Strauss-Kahn. Il procuratore distrettuale di Manhattan, Cyrus Vance, lo ha formalmente incriminato per lo stupro di una cameriera avvenuto al Sofitel di New York.

“La legge è uguale per tutti” ha tenuto a sottolineare il procuratore in una dichiarazione pubblica resa all’esterno del palazzo di giustizia di New York. Davanti agli occhi esterrefatti di moglie e figlia, presenti in aula, l’ex direttore del Fondo Monetario Internazionale ha saputo di essere stato formalmente incriminato da un gran giuri’ per tutti e sette i capi di imputazione di cui e’ accusato.

Nel frattempo ha appreso che la Corte Suprema dello Stato di New York ha accolto la sua domanda di libertà su cauzione. Dovrà comunque restare ancora una notte in carcere, fino a quando non avrà versato un milione di dollari e fornito garanzie in deposito per altri 5 milioni. Fuori dal carcere, dovrà comunque portare un braccialetto elettronico.

Non solo: ha appreso, cercando di nascondere ogni emozione sotto un’espressione apparentemente neutra, che nell’appartamento di Manhattan in cui dovrà stare agli arresti domiciliari (affittato per l’occasione) avrà per tutto in tempo una guardia armata a sorvegliarlo. Che, ironia della legge, sarà a suo carico. Dovrà cioè pagare di tasca sua chi lo sorveglia, una spesa che secondo gli esperti americani può essere anche di 200 mila dollari al mese.

Strauss-Kahn potrebbe aver contratto l’Aids nello stupro

Dominique Strauss-Kahn NEW YORK, Usa -- Secondo quanto rivela il New York Post, Ophelia Famotidina, la cameriera ...

Strauss-Kahn: avances anche a due dipendenti dell’hotel

Dominique Strauss-Kahn NEW YORK, Usa -- Ha ingaggiato un'armata di 007, molti dei quali ex agenti della ...