iscrizionenewslettergif
Italia

Melania: sentita un’altra soldatessa addestrata dal marito

Di Redazione18 maggio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Melania Rea

Melania Rea

ASCOLI PICENO — Le indagini sull’omicidio di Melania Rea si concentrano sull’ambiente militare. Il sostituto procuratore di Ascoli Piceno Carmine Pirozzoli ha sentito nella Caserma provinciale dei carabinieri diverse persone “informate sui fatti”, fra le quali una soldatessa della Caserma Clementi, dove si addestrano le allieve in ferma prefissata di un anno. Qui, Salvatore Parolisi, marito di Melania, era istruttore del Reggimento Piceno, nel quale si formano le reclute femminili.

Sentiti anche, alcuni nei giorni scorsi, colleghi di lavoro di Parolisi e superiori gerarchici dell’istruttore, per avere un quadro completo della sua vita lavorativa attraverso voci definite più “restie”, magari per timidezza. Come si comportava in servizio? Qual era il suo atteggiamento in caserma e con le ragazze da addestrare? Sono queste le domande che gli investigatori hanno posto ai militari.

Intanto l’inchiesta procede ancora contro ignoti. Gli inquirenti stanno cercando di capire se Melania possa essere stata uccisa per colpire il marito, o per una rivalità amorosa diretta.

Melania: l’amico del marito sottoposto a dna

Salvatore Parolisi sul luogo delle indagini ASCOLI PICENO -- Il dna di Raffaele Paciolla e di sua moglie sono al vaglio ...

Melania lassù non c’era: vacilla la versione del marito

Salvatore Parolisi, marito di Melania Rea ASCOLI PICENO -- Il marito dice che Melania Rea, il 18 aprile giorno della sua ...