iscrizionenewslettergif
Valseriana

Uccide a sprangate il cognato e ferisce la sorella per l’eredità

Di Redazione9 maggio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I carabinieri

I carabinieri

GORNO — Tragedia familiare questa mattina a Gorno in Valle Seriana. Un uomo di 68 anni, Dionigi Quistini, ha atteso la sorella e il cognato e li ha aggrediti, uccidendo lui e mandando in coma lei. All’origine dell’omicidio, motivi legati a un’eredità.

Da tempo i tre litigavano in maniera furibonda per la questione. Finché stamattina Dionigi ha deciso di farla finita. Ha atteso la sorella Caterina di 64 anni e il cognato Giovanni Benigni – 78 anni, originario di Caravaggio -, mentre uscivano alle 7.30 per andare a messa. Si è appostato fuori casa della coppia, in via Cornello, frazione Villassio. Poi quando li ha visti comparire si è avventato contro di loro con una spranga di ferro e li ha colpiti ripetutamente.

Il cognato è morto in seguito alle gravissime ferite riportate. La donna invece è ricoverata in coma in Rianimazione agli Ospedali Riuniti di Bergamo.

Quistini si è poi recato a casa di un nipote, in paese, e gli ha raccontato tutto. Quindi è andato dai carabinieri e si è costituito.

Ragazzo di 16 anni cade in scooter e si lacera l’addome

L'ambulanza CASNIGO -- Un ruzzolone che, per poco, non gli è costato la vita. Disavventura in ...

Omidicio di Gorno: drammatica escalation di violenza

I carabinieri ROGNO-- Resta in carcere Dionisio Quistini, l'uomo che ha ucciso a sprangate il cognato Giovanni ...