iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Provincia

Auto, nuova stangata: 700 euro il passaggio di proprietà

Di Redazione6 maggio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Sempre più costoso il passaggio di proprietà

Sempre più costoso il passaggio di proprietà

BERGAMO — C’è allarme tra i concessionari e gli autosalonisti bergamaschi dopo l’approvazione – il 31 marzo scorso – del decreto legislativo che aumenta le tasse sull’auto.

Con la nuova legge sul federalismo fiscale l’imposta provinciale di trascrizione (Ipt), la tassa che si paga quando si acquista un veicolo nuovo o un’auto usata, potrebbe infatti subire un notevole aumento, con la conseguenza di rallentare ancora di più il mercato dell’auto, già in difficoltà.

In base al decreto chi immatricolerà un auto o un mezzo di trasporto per uso personale o lavorativo non pagherà più un’imposta fissa ma una cifra proporzionale alla potenza, per le autovetture, e alla portata, per i mezzi di trasporto. L’aumento riguarderà i veicoli con una potenza superiore ai 53kw e dovrebbe entrare in vigore entro la fine di maggio. I rincari varieranno in base al tipo di veicolo e alla provincia di residenza e potrebbero arrivare, per le macchine più costose, fino al 600 per cento delle attuali tariffe.

La legge riguarda le auto i veicoli dai 54 KW in su (per le auto di cilindrata fino a 53 KW di potenza l’imposta resterà uguale, cioè tra 151 e 196 euro). L’imposta sarà tanto più cara quanto più sarà potente il veicolo acquistato: a seconda delle province si pagheranno da 3,5 a 4,5 euro al Kw oltre a quello che già si paga. Gli aumenti colpiranno soprattutto le medie cilindrate.

Nel mirino ci sono anche le piccole imprese di trasporto che dovranno pagare per gli autocarri oltre gli 80 tonnellate anche il 300 per cento in più.

“La nuova legge renderà difficilissima la vendita di macchine usate – afferma Nuccio Longhi, presidente della categoria Concessionari d’auto Ascom di Bergamo e membro del Consiglio di Amministrazione di Federauto, la Federazione Italiana Concessionari d’auto-. Ora per il passaggio di proprietà si paga dai 350 ai 400 euro, con la nuova legge per un’auto di media cilindrata sui 1600/1770 centimetri cubi si spenderanno 600/700 euro come minimo. E chi pagherà, il cliente o il concessionario? Se l’imposta la sosteniamo noi dovremo ricaricarla sul cliente che dovrà pagare di più”.

Val Serina: colto da malore sul sentiero, muore 56enne

Gli uomini del soccorso alpino ALGUA -- Un uomo di 56 anni, Livio Micheli, è stato trovato morto, probabilmente per ...

Passa sotto le sbarre chiuse: travolto e ucciso dal treno

Un passaggio a livello BERGAMO -- Un anziano di circa 70 anni è passato sotto le sbarre del passaggio ...