iscrizionenewslettergif
Bergamo

La Fiom dà il “benvenuto” alla Marcegaglia

Di Redazione5 maggio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Emma Marcegaglia

Emma Marcegaglia

BERGAMO — “L’unica divisione presente negli stabilimenti Marcegaglia è quella che la stessa azienda sta creando, con pressioni continue, tra Rsu e sindacato. Questo comportamento ha portato la Fiom di Ravenna a presentare un ricorso per attività antisindacale contro il Gruppo Marcegaglia”. Un benvenuto con i fiocchi, non c’è che dire, quello che Mirco Rota e il sindacato dei metalmeccanici hanno riservato alla presidentessa degli industriali che sabato prossimo sarà nella nostra città per l’Assise nazionale di Confindustria.

“Nelle aziende del gruppo Marcegaglia non ci sono spaccature tra lavoratori, delegati e Fiom territoriale” ha fatto sapere il segretario generale della Fiom Cgil Lombardia attraverso un comunicato stampa di risposta all’intervista in cui la Marcegaglia ha detto che la Fiom è divisa anche nelle aziende della sua famiglia. “Nello stabilimento con più lavoratori, quello di Gazoldo degli Ippoliti, così come in quello del Contino, entrambi in provincia di Mantova – spiega Rota – i lavoratori sono in piena sintonia con la Fiom che sta facendo una battaglia contro l’abbassamento dei salari per i nuovi assunti voluto dalla famiglia Marcegaglia. Anche nell’azienda di Forlì i lavoratori appoggiano il sindacato e l’hanno dimostrando nelle scorse settimane con uno sciopero unitario che ha raggiunto punte di adesione del 90 per cento”.

Il sindacato fa le pulci alla presidentessa: “Piuttosto che preoccuparsi del rapporto tra lavoratori e sindacato Marcegaglia dovrebbe pensare alle condizioni di sicurezza dei suoi dipendenti. E’ indecente che nello stabilimento di Gazoldo degli Ippoliti dall’inizio dell’anno ad oggi ci siano stati già 48 infortuni – dice Rota. – Se si continua così il numero di infortuni del 2011 supererà quello del 2010. Soltanto questa settimana nella fabbrica di Gazoldo ci sono stati due incidenti sul lavoro. Il più grave è successo a un operaio al quale si è infilata una mano nel rullo, forse a causa della mancanza di protezioni”.

“Vorrei anche che si riflettesse sulle strategie di comunicazione del Gruppo Marcegaglia – aggiunge Rota – che nei mesi scorsi ha detto al sindacato che nelle sue aziende c’è un problema di assenteismo. Dalle nostre verifiche risulta che questo problema ha cause ben precise che non dipendono dagli operai: i dipendenti Marcegaglia si assentano a causa dei troppi infortuni sul lavoro. Soltanto nello stabilimento di Gazoldo degli Ippoliti nel 2010 su 1.183 lavoratori ci sono stati 135 infortuni”.

Uto Ughi a Bergamo per insegnare la musica ai ragazzi

Uto Ughi BORGO SANTA CATERINA -- La superstar planetaria del violino Uto Ughi sarà a Bergamo venerdì ...

Oggi sciopero generale: previsti molti disagi

Una bandiera della Cgil BERGAMO -- Sono previsti molti disagi per la giornata di sciopero generale dei lavoratori pubblici ...