iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Lettere Politica

Stanca del “bar dello sport”, scelgo la Siliprandi

Di Redazione2 maggio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Le tre liste che sostengono Patrizia Siliprandi

Le tre liste che sostengono Patrizia Siliprandi

Egregio Direttore,

sono una candidata della lista civica “Per Siliprandi”, mi chiamo Maria Enrica Ramelli, ed è la prima volta che mi propongo alla politica attiva del mio paese, Treviglio. Ho sempre guardato con disillusione e fastidio quello che mi è sempre sembrato un dibattito sterile sempre tra le stesse persone e sempre sugli stessi argomenti dove sempre c’erano gli stessi risultati. Ho capito che, se si voleva che qualcosa cambiasse bisognava impegnarsi in prima persona e smettere di essere sempre nella comoda posizione di spettatore. Perché le elezioni non sono un campionato di calcio e gli elettori il “bar sport”, che discute senza cambiare la formazione e il risultato della partita, capace solo di gridare “arbitro cornuto”!

Sono sul campo di calcio, e la mia partita la gioco per la dottoressa Siliprandi che mi ha dimostrato di non essere un sacco pieno di vento ma una persona vera, che mette la sua città ed i suoi bisogni davanti alla propria comodità personale ed al quieto vivere cui ambiscono invece in molti sulla pelle degli altri.

Mi ha conquistato all’impresa la sua lealtà al ricordo di Enzo Riganti, lealtà che l’ha portata all’estrema conseguenza di ritrovarsi sola ad impegnarsi per Treviglio. Non ha il sostegno neppure morale di un partito politico né è affiancata da altra voce che non sia il volontariato che la anima per il bene comune di tutti i cittadini.

Mi sono trovata così a voler svolgere un dovere civico perché ho trovato un candidato sindaco libero di pensiero ed indipendente da ideologie preconcette, ma inflessibilmente teso a valorizzare Treviglio e ad assisterne l’evoluzione in questo momento molto importante della sua storia, nel rispetto della tradizione e dell’ innovazione. Una persona che ha capito la sinergia delle due cose e le potenzialità dell’equilibrio.

L’occhio di riguardo alla salute dei cittadini, che mi pare derivarle dal giuramento di Ippocrate che come farmacista senz’altro conosce, ne fa persona di valore assoluto. Soprattutto per chi come me l’ha guardata sino ad ora col mero sguardo del popolo che pesa, valuta e riconosce le caratteristiche di chiunque calchi le tavole di un palcoscenico impietoso quale può essere quello dell’impegno civile.

Ho avuto quasi vent’anni di “bar sport” per osservare il comportamento e le intenzioni di Patrizia Siliprandi, sempre all’opposizione, sempre cristallina negli intenti e diretta nelle sue comunicazioni, persona che mirava a costruire se mai, e mai a distruggere. In base a questo, ho scelto il mio candidato e deciso di impegnarmi perché cambi lo status quo.

Maria Enrica Ramelli

Pedretti (Lega): gli immigrati vogliono la Francia? Il bus glielo pago io

Roberto Pedretti BERGAMO -- "In merito alle problematiche riguardanti i venti profughi presenti a Mozzo e considerate ...

Nomine: la rivincita dei Saffiottiani

Il coordinatore provinciale del Pdl Carlo Saffioti BERGAMO -- Ma dov'è la "nuova maggioranza" del Pdl? Se le nomine palesate in questi ...