iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Economia

Aeroporto, Zanetti stoppa Radici: spunta Breno ad

Di Redazione2 maggio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Emilio Zanetti

Emilio Zanetti

updated BERGAMO — Sarebbe di nuovo in alto mare l’ipotesi di accordo fra gli azionisti della Sacbo per eleggere il nuovo presidente della società di gestione dell’aeroporto di Orio. Dopo le sortite strategiche dei quotidiani, ieri a dare lo stop all’ipotesi di una presidenza Radici ci ha pensato il numero uno di Ubi Banca Emilio Zanetti che in un’intervista a l’Eco di Bergamo ha detto a chiare lettere che “un accordo sulla presidenza non è ancora stato raggiunto” e tutto è rimandato alla prossima riunione del patto di sindacato convocata per il 2 maggio in cui “auspico una soluzione unitaria”. Come dire: l’intesa su Radici non c’è ed è tutta da costruire.

Ci penseranno oggi i rappresentanti del patto di sindacato bergamasco nella riunione, a questo punto determinante, che si terrà stamattina nella sede di Confindustria, a partire dalle 9:30.

La battaglia fra banche e Confindustria da un parte, e Comune e Provincia dall’altra – con il supporto consistente della Compagnia delle Opere (Cdo) che dal novembre scorso si era espressa per un radicale cambio della gestione Ratti a Orio al Serio -, dunque prosegue.

La presidenza assegnata a Miro Radici sarebbe tutt’altro che sicura nonostante l’imprimatur all’imprenditore, riportano alcuni organi d’informazione, sia arrivato direttamente da Formigoni. Le questioni sul tavolo ancora da risolvere sono parecchie. Compreso il fatto che l’imprenditore seriano possiede, attraverso la holding di famiglia, la maggioranza della compagnia aerea Miniliner che si occupa di cargo. Il che potrebbe creare incompatibilità con il suo eventuale ruolo di presidente dell’aeroporto. Se l’ostacolo formale di un eventuale conflitto d’interessi, come spesso accade, potrebbe essere aggirato, quello politico potrebbe creare più di un imbarazzo ai soci pubblici della cordata, Comune e Provincia, che sostengono la candidatura di Radici.

Meno complesso il confronto sugli altri componenti del consiglio d’amministrazione. Praticamente certo che il consigliere delegato dal Comune sarà Pietro Macconi. La Provincia punta su Andrea Mentasti (ex direttore dell’Ospedale di Treviglio), il mondo bancario riconfermerà Zanetti e Cesare Zonca, la Camera di Commercio il presidente Paolo Malvestiti.

Resta il nome dell’amministratore delegato. E qui le cose si complicano di nuovo. Dopo la paventata nomina di Mentasti, nelle ultime ore si sta facendo largo l’ipotesi della discesa in campo diretta di un esponente della Cdo. Secondo indiscrezioni il nome indicato sarebbe quello dell’attuale numero uno: Rossano Breno.

LEGGI ANCHE
Aeroporto e nomine: il rischio del conflitto d’interessi
Compagnia delle Opere: il bersaglio grosso è l’aeroporto

Ubi Banca: dividendo a 0,15 euro per azione

Banca Popolare di Bergamo BERGAMO -- L'assemblea ordinaria dei soci di Ubi Banca, riunitasi oggi a Bergamo sotto la ...

La CamCom lancia il marchio “Hotel di qualità”

La Camera di Commercio di Bergamo BERGAMO -- La Camera di Commercio di Bergamo promuove il marchio “Hotel di qualità” con ...