iscrizionenewslettergif
Provincia

Diede fuoco al suocero: chiesti 14 anni per il senegalese

Di Redazione30 aprile 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un'aula di tribunale

Un'aula di tribunale

BERGAMO — Il pubblico ministero Carmen Pugliese ha chiesto una condanna a 14 anni anni di reclusione per Matar Ma, il 34enne senegalese accusato di avere ucciso, appicandogli fuoco, l’ex suocero Giannino Trapletti, 58 anni.

Il delitto era maturato al termine di un lungo periodo di tensione fra l’uomo e la sua ex moglie, che lo aveva lasciato ed era andata dai genitori. Il 28 marzo di un anno fa il senegalese era andato dalla ex moglie e dopo l’ennesimo litigio l’aveva ferita con un coltello (e per questo deve rispondere anche di tentato omicidio).

Quando Trapletti era intervenuto per difendere la figlia l’ex genero lo aveva cosparso di liquido infiammabile e aveva appiccato il fuoco. Le ferite avevano provocato la morte dodici giorni dopo. La sentenza verrà pronunciata il 9 maggio.

Palazzago: Bonacina si presenterà al Pm per chiarire

Il tribunale di Bergamo BERGAMO -- "Il signor Ferruccio Bonacina, assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Palazzago, si ...

Guasto: passeggeri bloccati ad Alghero per 8 ore

Un aereo Ryanair ORIO AL SERIO -- E' stato un fine settimana decisamente da dimenticare per i passeggeri ...