iscrizionenewslettergif
Politica

Viglietti (Pdl): la differenza fra vera e presunta integrazione

Di Redazione26 aprile 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Chiara Viglietti

Chiara Viglietti

TREVIGLIO — Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di Chiara Viglietti, giovane candidata nelle liste del Pdl di Treviglio, sull’immigrazione e la proposta di Premio Nobel al sindaco della città della Bassa Ariella Borghi.

“Che si tratti o no di una improbabile moda da rispolverare, trovo che queste candidature di “centrosinistra” al Premio Nobel per la pace siano a dir poco inquietanti. L’illustre e potente predecessore della nostra signora sindaco fa d’altronde Barack di nome e Obama di cognome. In comune fra i due spero ci sia solo una latente fede politica, prima di aspettarci a breve un bombardamento chirurgico su qualche “ex colonia” nel Trevigliese. Ma in fondo, in quale migliore azione di pace si potrebbe sperare se non in un pacifico conflitto, vista l’esperienza a stelle e strisce?

Ricordo quando mia nonna, dispensando perle di saggezza, mi raccontava che raccogliere polvere e nasconderla sotto il tappeto non risolve i problemi, li posticipa. Io ho fatto tesoro di questo insegnamento ed è per la stessa ragione che non amo nascondermi dietro un dito.

Il problema dell’immigrazione non si risolve certo a cannonate. Serve maggiore attenzione poiché con la mancanza di adeguate procedure c’è il rischio che si vengano a creare vere e proprie concentrazioni abitative di “non trevigliesi”. Incontrollabili agglomerati urbani in grado di crescere ai margini della nostra già poco controllata quotidianità.

Diritti e doveri. Rispetto per le leggi. Questi sono i punti sui quali dibattere. Nelle nostre strade come sui mezzi pubblici si percepisce netto che qualcosa sta cambiando e che non tutti sono pronti ad integrarsi e farsi carico dei propri “doveri” di cittadino.

Se questi sono i risultati del magico cocktail d’indifferenza in salsa Nobel, che non distingue l’integrazione fittizia da quella vera e propria, allora la Borghi può continuare a sognare serenamente, cullando la sua immagine sbiadita, simile al profilo del più noto presidente americano.

Il cuore di un approccio serio alla politica migratoria deve passare necessariamente attraverso il “buon governo”, concentrandosi su una visione poliedrica e non a settori delle politiche per il lavoro. Nella nostra città, come in ogni altra realtà del nostro paese, deve essere ristabilito equamente il rapporto tra “ingressi” e “lavoro legale”.

Lavoro legale che vuol dire maggior apporto di imposte da parte dei lavoratori e dei datori di lavoro, maggiori contributi versati alle casse della previdenza, ma anche alloggi adeguati, maggiori garanzie, servizi all’integrazione e soprattutto trasparente legalità. Al momento la bilancia invece pende dalla parte del lavoro sommerso, della tollerata presenza di clandestini sul nostro territorio e di una inquietante e malcelata illegalità.

La capacità di inserimento nella società trevigliese deve svilupparsi in maniera coerente e rapportarsi con le reali capacità di accoglienza del territorio, in un quadro di compatibilità con le condizioni alloggiative e dei servizi sociali. Il cittadino trevigliese deve sentirsi sicuro di vivere la propria città serenamente e questo può avvenire non solo ed esclusivamente attraverso l‘applicazione di regole, ma anche attraverso la creazione, da parte degli enti preposti, di adeguate procedure di controllo che ne verifichino il rispetto.

La vivibilità, la serenità e la sicurezza sono un premio che solo il buonsenso politico può attribuire e sono un diritto reale di ogni cittadino di questa comunità”.

Chiara Viglietti

Ponte San Pietro: e il candidato fa il comizio con l’elmetto

Luca Iencarelli, comizio con l'elmetto PONTE SAN PIETRO -- A stabilire se vincerà le elezioni saranno le urne. Ma di ...

Saffioti: sui Riuniti la sinistra fa disinformazione

Il coordinatore provinciale del Pdl Carlo Saffioti BERGAMO -- "La Regione Lombardia ha deciso di non coprire interamente i costi del nuovo ...