iscrizionenewslettergif
Primo Piano

Omicidio di Melania: spunta sim card segreta

Di Redazione23 aprile 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Carmela Rea, detta Melania

Carmela Rea, detta Melania

TERAMO — E’ ancora giallo sulla morte di Carmela Rea, detta Melania, la giovane mamma assassinata e trovata mercoledì in un bosco di Teramo. Sul corpo della donna è stata trovata una sim segreta che, secondo gli inquirenti, potrebbe far luce sull’omicidio.

La sim card, infatti, potrebbe fornire infatti elementi per ricostruire gli spostamenti della donna. L’esame autoptico ha stabilito l’ora della morte: fra la mezzanotte e le 3 del 19 aprile. Si attendono ora gli esiti degli esami sul liquido presente nelle siringa che Carmela Rea aveva conficcata sul corpo. La donna potrebbe infatti essere stata narcotizzata prima di essere uccisa.

A Ripe di Civitella sono al lavoro anche i Ris di Roma che hanno effettuato un sopralluogo sul posto. Nel punto in cui è stato trovato il cadavere c’erano poche tracce di sangue. L’ipotesi è che la donna sia stata uccisa altrove e poi scaricata nel bosco a 18 chilometri da dove è scomparsa.

Omicidio del bosco: trovato il cellulare, ferite inferte anche post-mortem

Gli investigatori sul luogo dell'omicidio ASCOLI PICENO -- Con il passare delle ore emergono altri particolari inquietanti sulla misteriosa morte ...

Melania ha lottato con l’assassino

Gli inquirenti sul luogo del ritrovamento TERAMO -- E' probabile che Carmela Melania Rea abbia lottato con il suo assassino e ...