iscrizionenewslettergif
Politica

Elezioni amministrative: il Pdl scommette sui giovani (video)

Di Redazione23 aprile 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Lara Comi, fra Stefano Benigni e Carlo Saffioti

Lara Comi, fra Stefano Benigni e Carlo Saffioti

BERGAMO — Portare un centinaio di persone nella sede di un partito il sabato di Pasqua è già una piccola impresa. Quando poi la maggior parte sono giovani che hanno deciso di impegnarsi in politica è decisamente un bel segno per un partito. Erano tantissimi i ragazzi candidati alle prossime elezioni che si sono presentati questa mattina all’incontro con l’eurodeputata Lara Comi, organizzato alla sede del Pdl di Bergamo.

Accanto alla 26enne esponente pidiellina, sul palco c’erano il vicecapogruppo in Provincia Alessandro Sorte, il deputato Gregorio Fontana, il coordinatore provinciale Carlo Saffioti e il responsabile di Giovane Italia, Stefano Benigni.

“La presenza di tanti giovani stamattina – ha esordito Sorte, che ha fatto gli onori di casa alla “madrina” dell’evento Lara Comi – è la dimostrazione lampante che questo partito c’è e ha una nuova forza prorompente, necessaria per giungere a quella rivoluzione liberale che il premier Berlusconi auspica da tanti anni. Il Pdl è un partito diverso dagli altri. Questo partito non è un rotary o un circolo ma è aperto a tutti”.

“L’idea del partito di raccomandati dipinta da certi giornali è totalmente sbagliata – ha precisato Sorte -. Non siamo persone catapultate qui attraverso chissà quale scorciatoia, ma gente disposta a impegnarsi tutti i giorni sul territorio. Lara Comi, per esempio, ha 26 anni ed è una di quelle che ha raccolto gioie e sconfitte in tanti anni di politica, ma alla fine ha portato a casa 70mila preferenze che le hanno consentito di diventare eurodeputato”.

“Non siamo dei riempilista – ha aggiunto la Comi con orgoglio -, mi spaventa un po’ quando sento parlare di quote rosa o di quote giovani. Voi giovani impegnati in questa competizione elettorale siete qui perché lo meritate, non consideratevi alle stregua di quote. Non siete categorie protette”.

“I candidati del Pdl saranno presenti con il nostro simbolo in otto comuni alle prossime elezioni amministrative – ha precisato il coordinatore provinciale Carlo Saffioti -. La passione dimostrata dai giovani che abbiamo messo in lista ci fa ben sperare in un successo in gran parte dei Comuni in cui correremo”.

Nelle file del Popolo della Libertà ci sono moltissimi candidati che hanno fra i 20 e i 25 anni. Il più giovane in assoluto è un 19enne che correrà nel comune di Ardesio.

“Il 25 per cento degli eletti del Pdl è giovane – ha detto Benigni – una presenza capillare sul territorio. Grazie al supporto di parlamentari come Gregorio Fontana, stiamo facendo crescere una nuova classe dirigente. Dentro il Pdl i giovani non sono utilizzati per appendere i manifesti ma come persone su cui investire, da far crescere”.

“Abbiamo giovani che si impegnano sul territorio e dentro le università – ha aggiunto Fontana – dove abbiamo ottenuto risultati di grande rilievo. In parlamento abbiamo presentato un disegno di legge che vorrebbe abbassare l’età minima dei deputati e consentire ai giovani che abbiano compiuto i 18 anni di candidarsi alla Camera, perché il paese ha bisogno di idee e forze giovani”.

Treviglio: la Siliprandi presenta il suo “Patto con gli elettori”

Patrizia Siliprandi, con gli esponenti delle liste civiche di centrodestra TREVIGLIO -- La campagna elettorale entra decisamente nel vivo con appuntamenti importanti per i cittadini ...

Fontana (Pdl): la sinistra fa sponda con settori isolati della magistratura

Gregorio Fontana BERGAMO -- "La sinistra fa sponda con settori politicizzati, anche abbastanza isolati, della magistratura". Lo ...