iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Isola

Yara, l’elettricista polacco: il mio furgone era rosso

Di Redazione22 aprile 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Uno dei furgoni in uscita dal cantiere

Uno dei furgoni in uscita dal cantiere

BREMBATE SOPRA — “Il mio furgone era rosso e io non c’entro nulla con la morte di Yara”. Si difende così l’elettricista polacco che era stato tirato in ballo dalla trasmissione televisiva Quarto Grado. L’uomo, ricorderete, era uno degli operai del cantiere di Mapello. Aveva lasciato quel luogo il giorno dopo la scomparsa della ragazzina per dissi di sul lavoro.

Quarto grado lo ha raggiunto telefonicamente in Polonia. L’intervista andrà in onda stasera durante la trasmissione ma ne sono già stati anticipati i contenuti con un comunicato stampa.

“Ho lasciato l’Italia il 3 dicembre alle 2 di notte – ha spiegato l’operaio -. Sono partito con la mia macchina dalla casa di un mio amico a Gollago». Alla domanda se abbia mai chiarito la sua posizione con i carabinieri, l’elettricista risponde: “Un giorno di dicembre ho chiamato un carabiniere di Ponte San Pietro perchè mi ha telefonato un mio amico: il mio caposquadra metteva in giro la voce che mi stavano cercando. Ho lasciato tutti i miei dati, i numeri di cellulare. Ho lasciato anche il codice fiscale. Ho detto: ’quando avete bisogno sono pronto a venire in Italia per spiegare le cose. Fino a ieri – ha aggiunto l’uomo – non mi ha risposto nessuno”.

L’elettricista vorrebbe trovare un contatto con i poveri genitori della ragazzina per telefonare loro e dire “io non c’entro nulla”.

La sera della scomparsa di Yara l’elettricista polacco riferisce di aver finito di lavorare alle 18 e, dopo essersi cambiato i vestiti nel giro di quarto d’ora-venti minuti, di essere uscito per “tornare a casa, per fare una doccia e mangiare qualcosa e riposare un pochino e basta”. “Tutte le sere abbiamo fatto così. Poi – conclude – entriamo a casa prima delle sette. Siamo stati insieme con un furgone. Quello scuro”.

Arrampicatore trovato morto ai piedi della palestra di roccia

Un arrampicatore impegnato in un difficile passaggio CALUSCO -- Un alpinista del celebre Gruppo Gamma di Lecco è stato trovato morto ieri ...

Yara, nuovo sopralluogo della Cattaneo nel campo di Chignolo

Cristina Cattaneo BREMBATE SOPRA -- Un blitz improvviso e del tutto inatteso. A due mesi dal ritrovamento ...