iscrizionenewslettergif
Salute

La felicità cala a 30 anni, risale a 50

Di Redazione22 aprile 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Felicità

Felicità

Trent’anni, ovvero lo scoccare di maggiori responsabilità, doveri, preoccupazioni. E così la felicità crolla.

Lo conferma uno studio dell’universita’ di Maastricht, secondo cui la curva che definisce lo stato d’animo e’ fatta ”a U”, con un declino che inizia verso la fine dei vent’anni e invece risale verso i 50.

L’analisi, presentata questa settimana alla “Royal Economic Society annual conference” di Londra sottolinea come si ricomincia a essere felici dopo i 50 anni, quando ormai iniziano a diminuire le aspettative sul futuro: “La diminuzione dopo i 20 anni e’ cosi’ profonda – spiega Bert van Landeghem, uno degli autori, al “Daily Telegraph” – che la sua entita’ e’ paragonabile a quella dopo aver perso il lavoro”.

Ipertensione: perché il sale fa male?

Il legame fra sale e ipertensione E' risaputo che il sale in eccesso nella dieta provoca l'aumento della pressione sanguigna. Oggi, ...

Epatite C: nuovi farmaci in arrivo

Ricerca medica Importanti scoperte nella cura all'infezione dell'epatite C. Secondo quanto riporta la rivista "Nature Medicine online", la ...