iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Bassa

Ospedale Treviglio: travi di 28 metri per la nuova centrale

Di Redazione20 aprile 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Le travi sulla nuova centrale

Le travi sulla nuova centrale

TREVIGLIO — Ci sono volute delle enormi gru per sollevare le travi da 28 metri, utilizzate per una nuova struttura dell’ospedale di Treviglio. I lavori sono stati eseguiti nelle giornate di lunedì 18 e martedì 19 aprile.

Sono state posate travi prefabbricate rep (ovvero travi miste autoportanti per strutture con grandi luci e portata) da 28 metri di lunghezza che, assieme alle colonne miste acciao/calcestruzzo già realizzate, costituiscono la struttura portante della nuova centrale di sterilizzazione.

La logistica di questa operazione di ingegneria ha comportato l’utilizzo di speciali autotreni e di mastodontiche gru per la movimentazione del materiale impiegato. Quale misura di precauzione e di dovuta sicurezza, è stato attuato il temporaneo blocco della rampa ovest di accesso al pronto soccorso ed il contestuale utilizzo alternativo per tale scopo della rampa est, correntemente usata per la sola uscita.

Successivamente alla posa delle travi, la prosecuzione dei lavori comporterà – almeno sino al 10 maggio 2011 – anche la deviazione su tragitti alternativi, interni all’ospedale, del cosiddetto “percorso verde” impiegato per accedere ai reparti di: psichiatria, dialisi, oculistica e nefrologia.

I lavori per realizzare questa nuova struttura, che comporta una spesa di 1,5 milioni di euro, sono iniziati il 23 luglio 2010 con la posa della prima pietra, cerimonia alla quale era presente anche Luciano Bresciani, assessore regionale alla Sanità. Circa i tempi complessivi di realizzazione dell’opera, la direzione dell’Azienda ospedaliera di Treviglio assicura che entro la fine del 2011 è prevista sia l’ultimazione che l’avvio della struttura.

Al riguardo, il direttore generale dell’Azienda ospedaliera di Treviglio Cesare Ercole ha dichiarato: “L’innovativa configurazione di questa centrale di sterilizzazione è stata progettata per sviluppare la massima sterilità dei materiali utilizzati in ambito ospedaliero. Questo requisito costituisce infatti l’elemento imprescindibile per supportare l’evoluzione e l’applicazione delle moderne tecniche operatorie ed endoscopiche”.

Prenotazioni di coca per telefono: arrestato giovane marocchino

I carabinieri in azione ARZAGO D'ADDA -- Come fosse un regolare commerciante, riceveva le richieste e prenotava le dosi ...

Casalinga cade dal balcone: salvata dalla saracinesca

L'ambulanza TREVIGLIO -- Si trova ricoverata all'ospedale di Treviglio la casalinga di 53 anni che ieri ...