iscrizionenewslettergif
Bergamo

Italcementi: priorità allo stato patrimoniale

Di Redazione20 aprile 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Carlo Pesenti

Carlo Pesenti

BERGAMO — ”Nel 2011 la nostra priorità sarà più patrimoniale che economica: guarderemo più allo stato patrimoniale che al conto economico”. Lo ha detto l’amministratore delegato di Italcementi, Carlo Pesenti, conversando con i giornalisti a conclusione dell’assemblea generale del gruppo.

”Da fine anno a marzo – ha proseguito l’imprenditore – abbiamo incassato 500 milioni da attivita’ marginali che non portavano valore per il gruppo”. A chi gli chiedeva se ci saranno altre dismissioni Pesenti ha replicato: ”Cercheremo di farne, si fa pulizia nei momenti difficili” aggiungendo che ”ci possono essere attivita’ marginali per noi che invece possono avere un valore o un interesse per altri operatori”.

”Nei primi mesi del 2011 – hanno scritto il presidente Gianpiero Pesenti e il figlio Carlo (consigliere delegato) agli azionisti – l’annunciata cessione in Turchia di larga parte dell’attivita’ cemento ritenute non strategiche, del progetto eolico e il disinvestimento di alcuni asset, hanno portato un ulteriore miglioramento della posizione finanziaria netta stimato in circa 367 milioni di euro e un ulteriore incremento del patrimonio netto stimato in circa 137 milioni”.

Nella lettera è stato ricordato poi che ”la posizione finanziaria netta consolidata registrava alla fine dello scorso anno un indebitamento di 2,23 miliardi di euro in riduzione di 187 milioni di euro rispetto al 31 dicembre del 2007”. Un risultato che ”è stato realizzato grazie ai flussi positivi derivanti dalla gestione operativa (2,48 miliardi) ai disinvestimenti di asset ritenuti non strategici per 304 milioni e al temporaneo deconsolidamento di calcestruzzi per 158 milioni”.

Camionista non tira il freno a mano e il tir lo travolge

L'ambulanza BERGAMO -- Un altro incredibile incidente, a pochi giorni da quello che è costato la ...

Share Everest: la scienza italiana (e bergamasca) torna sul Tetto del mondo

Il ministro Gelmini con Da Polenza e gli uomini della spedizione BERGAMO -- C'è molto di bergamasco nella nuova impresa scientifico alpinistica che gli italiani cercheranno ...