iscrizionenewslettergif
Politica

Firme false, Formigoni: siano i Radicali a chiedere scusa

Di Redazione20 aprile 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Roberto Formigoni

Roberto Formigoni

MILANO — Non arretra di un centimetro, anzi attacca Roberto Formigoni. Il presidente della Regione Lombardia rispedisce al mittente la richiesta di scuse avanzata dai Radicali per la questione delle firme false che sarebbero state raccolte in occasione delle scorse elezioni regionali.

“Sono i Radicali a dover chiedere scusa perché non accettano i verdetti della magistratura”, ha dichiarato Formigoni sottolineando che “quattro volte, il Tar e il Consiglio di Stato, ci hanno dato ragione dando quattro schiaffi in faccia ai Radicali, in termini sportivi quattro a zero per noi”.

Ora, ha ricordato il governatore, “c’è un’altra indagine in corso, i Radicali rispettino la magistratura, la lascino lavorare e poi ci sarà un verdetto che sarà il quinto”.

Riferendosi, invece, al presidio organizzato dai Radicali di fronte al palazzo della Regione, Formigoni ha dichiarato che “chi scatenerà la bagarre se ne assumerà la responsabilità, è ridicolo che lo facciano personaggi in nome della difesa della legge, che non sanno rispettare le istituzioni e che pretendono addirittura, questi quattro Radicali, di sostituirsi alla magistratura”.

Nicole Minetti insultata mentre prende un gelato

Nicole Minetti ROMA -- Non c'è pace per Nicole Minetti. La consigliera regionale del Pdl, finita al ...

Sondaggi: torna a salire la fiducia in Berlusconi

Silvio Berlusconi MILANO -- Una cosa è certa: Silvio Berlusconi riesce a passare attraverso le più violente ...