iscrizionenewslettergif
Politica

Treviglio: Luigi Minuti e le elezioni impossibili da perdere

Di Redazione19 aprile 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Treviglio

Treviglio

TREVIGLIO — C’è un outsider nel complesso quadro delle elezioni a Treviglio. Ma è uno di quegli outsider di peso che, grazie all’esperienza politica, sanno giocarsi con grande abilità le loro chances. Si chiama Luigi Minuti ed è candidato per l’Udc e altre due liste civiche di centro.

Minuti ha annunciato la sua candidatura a sindaco di Treviglio con grande anticipo. E’ uscito allo scoperto verso la fine del settembre scorso. Questo gli ha permesso di guardarsi intorno. Oltre a scegliersi la squadra senza fretta, ha avuto il tempo per ragionare su eventuali alleanze. Perché, diciamola tutta, è, di fatto, solo sull’eventuale ballottaggio che l’Udc può fare i suoi calcoli.

Tutto può essere, ma il primo turno dovrebbe essere appannaggio della Lega e del Pdl che a Treviglio corrono uniti con una candidatura forte: quella del presidente della fondazione Mia Giuseppe Pezzoni. Uomo autorevole e capace, ma forse non sufficientemente radicato in città per riuscire a sfondare e chiudere la partita già il 17 maggio.

E proprio su questo contano gli altri candidati. Il centrodestra trevigliese di Patrizia Siliprandi e delle sue liste civiche, le liste civiche targate Italia dei Valori e centrosinistra, il centrosinistra di stampo Pd con il sindaco uscente Ariella Borghi. Anche Minuti, da politico esperto qual è, sa bene che la possibilità di una sua affermazione al primo turno è remota. Un piazzamento al secondo posto, possibile raggiungendo il 15-20 per cento dei voti, potrebbe già essere un risultato importante, da far valere nelle sedi opportune.

Ora, facciamo un gioco d’ingegneria politica, che è poi quello che deve aver fatto l’ex sindaco di Treviglio, fin da settembre. Immaginiamo gli scenari. Supponiamo che Pezzoni sia in testa al primo turno. E’ la condizione migliore per Minuti. Difficilmente la Siliprandi andrà a un’intesa con Pdl e Lega visto che i lumbard, fatalmente, hanno espulso il loro ex capogruppo in consiglio comunale. L’Udc dunque potrebbe andare all’accordo con la Siliprandi oppure con il centrosinistra. In ogni caso tanti punti all’incasso che potrebbero essere determinanti in un testa a testa con Pezzoni.

Secondo scenario. Pezzoni vince il primo turno, davanti alla Borghi. La Siliprandi, per il ragionamento di prima, non dà voti a Pdl e Lega. Il centrosinistra li incassa invece da Idv e liste civiche, rischiando di vincere al ballottaggio. In questo caso, Minuti e l’Udc diventano determinanti per il centrodestra. E Pezzoni è costretto a scendere a patti con l’ex sindaco.

Terzo scenario. Pezzoni vince il primo turno, davanti alla Siliprandi. Difficilmente la battagliera farmacista accetterà i voti della Borghi. Tuttavia, gli elettori di centrosinistra potrebbero pensarla diversamente e, piuttosto che il candidato dell’odiato Pdl e della Lega, scegliere la lista civica tutta trevigliese della Siliprandi. Risultato: Pezzoni rischia di andare sotto. Per questo ha bisogno di un’ancora di salvataggio. Ecco, anche in questo caso, Minuti e il suo Udc. Cinque-sette punti percentuali, quel che basta per vincere, concessi in cambio di un ruolo politico importante.

All’atto pratico dunque, i centristi si trovano nella migliore condizione possibile. In ognuno dei tre scenari, Minuti e i suoi sono determinanti e hanno tutto da guadagnare. Le segreterie di Pdl e Lega lo sanno e, probabilmente, lo hanno già messo in conto. Minuti, da presidente di Cogeide, gode della stima di importantissimi esponenti della Lega provinciale. Certo per i lumbard un apparentamento con l’Udc, o un appoggio esterno, non è facilmente digeribile. Tuttavia, sempre meglio che perdere Treviglio.

Wainer Preda

La Minetti: non ho mai favorito le attività di Ruby col premier

Nicole Minetti MILANO -- "Nicole Minetti non ha portato la prima volta ad Arcore Karima El Mahroug, ...

Nicole Minetti insultata mentre prende un gelato

Nicole Minetti ROMA -- Non c'è pace per Nicole Minetti. La consigliera regionale del Pdl, finita al ...