iscrizionenewslettergif
Politica

Rubygate: la Minetti “scarica” Fede e Lele Mora

Di Redazione18 aprile 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Nicole Minetti in consiglio regionale

Nicole Minetti in consiglio regionale

MILANO — Una memoria difensiva di 12 pagine, per prendere le distanze da Emilio Fede e Lele Mora. Così Nicole Minetti cerca di difendersi dall’accusa di induzione alla prostituzione della marocchina Ruby, “scaricando” di fatto la responsabilità sui due.

Fede, Mora e la Minetti, ricorderete sono co-indagati nella vicenda Ruby. Con l’inchiesta già chiusa, è presumibile che la Procura chieda il processo dei tre ai primi di maggio. Per questo la Minetti gioca d’anticipo e, attraverso i suoi avvocati, fa consegnare una memoria difensiva in cui ripercorre, senza possibilità di interrogatorio, le intercettazioni effettuate dai magistrati.

Nelle carte depositate dall’avvocato Daria Pesce, in buona sostanza l’ex showgirl si “dissocia” dalla versione fornita da Mora e Fede. In particolare, fornisce la sua versione dei fatti sulla notte in cui Ruby fu fermata per furto e, alla questura di Milano, a lei affidata. Un affidamento durato solo pochi minuti “perché poi Ruby fu poi consegnata alla brasiliana Michele Conceicao”.

Berlusconi show: canta “Nostalgia de Milan”, poi gaffe sui giudici (video)

Silvio Berlusconi ieri a Milano MILANO -- Fuori programma di Silvio Berlusconi alla convention di domenica per la presentazione della ...

Maglietta col drago e stringhe rosa: l’improbabile look di Roby Formigoni

L'improbabile "new look" di Formigoni MILANO -- Un look decisamente meno formale e molto più giovanile, anche se di anni ...