iscrizionenewslettergif
I grandi fatti

Fukushima: ai residenti 8300 euro di risarcimento

Di Redazione15 aprile 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La centrale atomica di Fukushima

La centrale atomica di Fukushima

FUKUSHIMA — La Tokyo Electric Power (Tepco), verserà un primo risarcimento di un milione di yen (8.300 euro) a ogni famiglia costretta a lasciare la propria casa o a vivere blindata a causa delle radiazioni emesse della centrale nucleare di Fukushima.

“Abbiamo deciso di pagare rapidamente – ha detto il Presidente di Tepco, Masataka Shimizu, in una conferenza stampa – daremo un acconto ai residenti, il cui importo è stato fissato dal governo. È di un milione di yen a famiglia e di 750.000 yen per le persone che vivono sole”.

Il governo ha deciso che il risarcimento riguarderà tutte le persone che risiedono nella zona di evacuazione, che si estende per un raggio di 20 chilometri attorno alla centrale Fukushima Daiichi, come quelle che abitano tra i 20 e i 30 chilometri dall’impianto, dove le autorità hanno consigliato di non restare, altrimenti di stare chiusi in casa.

Saranno indennizzate anche le persone che non vivono nell’area, ma che hanno ricevuto l’ordine di lasciare la propria abitazione. Complessivamente si tratta di circa 48.000 le famiglie interessate, secondo i media giapponesi.

Fukushima inabitabile per almeno 20 anni

Fukushima FUKUSHIMA, Giappone -- Sarà inabitabile per almeno vent'anni l’area antistante la centrale nucleare di Fukushima, ...

Fukushima: radiazioni ancora per almeno tre mesi

Fukushima FUKUSHIMA -- I reattori della centrale di Fukushima saranno messi in sicurezza entro "sei-nove mesi": ...