iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Sport

Atalantini nel Futuro: i Percassi sono un vulcano di idee

Di Redazione14 aprile 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Cristiano Doni e Antonio Percassi alla presentazione

Cristiano Doni e Antonio Percassi alla presentazione

BERGAMO — “Sono arrivati gli alieni”. Qualcuno, ascoltando le parole spese dai protagonisti durante la conferenza stampa di presentazione di “Atalantini nel futuro” potrebbe anche aver pensato che a Bergamo, nove mesi fa, si siano presentati uomini arrivati da un altro pianeta.

In effetti, sentir parlare per quasi un’ora di brand, di Atalanta che deve diventare un modello internazionale e di iniziative che partendo dai bimbi in fasce vogliono creare sul campo i tifosi del domani non può che accendere fantasie speciali nella mente di chi, a questi colori, vuole bene per davvero.

Antonio Percassi, il figlio Stefano e Cristiano Doni hanno presentato nella sala Vip dello stadio Comunale di Bergamo una serie di iniziative che coinvolgono l’Atalanta e il suo mondo senza chiudere alcuna porta ad eventuali nuove idee che possono nascere. Già, perchè il “Progetti Neonati Atalantini” (quasi 4000 magliette già distribuite, media di oltre 1000 al mese con l’obiettivo di vestire a Bergamo e nel mondo almeno 10000 neonati entro il 2011) è solo la prima pietra di una strada che sarà foriera di tantissime iniziative.

Proprio mentre nella pancia dello stadio si discuteva e si presentavano idee, sulle tribune c’erano i ragazzi coinvolti nel progetto “La Scuola allo Stadio”, iniziativa decennale ideata da Lucia Castelli e da Stefano Bonaccorso del settore giovanile che ogni settimana apre le porte del Mondo Atalanta ai piccoli appassionati della nostra provincia e che permette loro di conoscere di persona un giocatore: oggi era il turno di Cristiano Doni.

Lo stesso leader nerazzurro, per ora non lo chiamiamo leggenda perchè l’idea chiara di Percassi è quella di vederlo giocare ancora, da questa stagione sarà anche il testimonial degli “Atalanta Camp” che in 26 località di tutta Italia permetteranno a piccoli calciatori di seguire e imparare dai maestri di calcio dell’Atalanta. Tanto per spiegare al meglio come la nuova proprietà voglia dare un’impronta internazionale alla Dea, Stefano Percassi ha sottolineato come nei Camp che si terranno a Zingonia ci sarà la possibilità di seguire lezioni d’inglese.

Ultima ma non meno importante è l’idea che ha portato alla creazione del personaggio “Atalanta”. Idea e progetto partono da lontano, per la loro realizzazione ci sono voluti quasi due mesi ma a giudicare dal risultato e dagli attori coinvolti (il prestigioso studio Bozzetto di Bergamo) c’è davvero da essere soddisfatti.

Erano presenti anche il Credito Bergamasco, Axa Assicurazioni (orgogliosa di avere il proprio marchio in giro per tutto il mondo grazie alle magliette dei piccoli neonati) e la fondazione Ania che ha snocciolato alcuni dati incredibili sugli incidenti stradali in italia (365 giovani sotto i 20 anni ci lasciano ogni anno) a testimonianza di come le iniziative pensate dalla famiglia Percassi non siano soltanto sportive ma legate doppia mandata con i giovani e il sociale.

Ecco il video del backstage della creazione di Atalanta presentato dallo studio Bozzetto

Fabio Gennari

Il realismo di Doni: ancora tre gare per chiudere i conti

Cristiano Doni BERGAMO -- Cristiano Doni, quando parla, non è mai banale. A margine della presentazione "Atalantini ...

Atalantini nel Futuro: tutte le foto di Bergamosera

Doni e i bambini "a testa alta" BERGAMO -- La conferenza di presentazione, la proiezione dei video di Atalanta e tutta la ...