iscrizionenewslettergif
Politica

Siliprandi: ecco cosa farò per la sicurezza di Treviglio

Di Redazione13 aprile 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Patrizia Siliprandi, candidato sindaco per 3 liste civiche di centrodestra

Patrizia Siliprandi, candidato sindaco per 3 liste civiche di centrodestra

TREVIGLIO — Un piano articolato in cinque punti, molto concreti, molto immediati. Così Patrizia Siliprandi, candidato sindaco di Treviglio per le tre liste civiche di centrodestra “Per Siliprandi”, “Uniti per Treviglio” e “Per cambiare”, presenta i suoi interventi per migliorare la sicurezza della cittadina della Bassa. E sulla questione dei profughi nordafricani in arrivo a Treviglio, smentita dal vicesindaco di centrosinistra Francesco Lingiardi, la Siliprandi sostiene una versione molto diversa.

Siliprandi, i 200 profughi a Treviglio. Alla fine arrivano o no?
Una vera dichiarazione da parte degli organi competenti sul loro arrivo ancora non c’è. Si tratta, come spesso accade, di poca trasparenza. La notizia tuttavia circola in ambienti importanti da almeno due settimane. Le fonti che ne danno conferma sono variegate. Ci sono quelli che ritengono sia solo un timore. Ma ci sono anche fonti molto ben informate e attendibili, che confermano.

Posso chiederle di quali fonti si tratta?
Non sarebbe giusto che glielo dicessi.

E allora perché il vicesindaco Lingiardi si è affrettato a smentire?
Questa amministrazione, ora che la notizia è finita sui giornali, nega. In realtà avrebbe dovuto smentire molto prima, dal momento che la voce circola, come le dicevo, da almeno due settimane. La nostra paura, da trevigliesi, è che il sindaco Borghi abbia dato la sua disponibilità alla richieste emerse dopo l’incontro in Prefettura a Milano il 10 di marzo scorso.

Il vicesindaco dice che sono bufale…
Come certamente ricorderà, in Lombardia è previsto l’arrivo di circa 3.500 persone, che saranno smistate in 20 centri sul territorio, e ogni provincia dovrà accollarsene una parte, fino a un massimo di 320. Il nostro timore è che la Borghi abbia dato una disponibilità maggiore di Bergamo.

Su cosa si basa questo timore?
Non posso suffragarlo con certezza, ma il mio pensiero è che l’amministrazione di Treviglio possa dare maggiore disponibilità di quella di Bergamo che è di centrodestra. E le voci dei 35 a Bergamo e i 200 da noi lo confermerebbero.

Lei è in campagna elettorale. Sul versante sicurezza cosa si propone di fare?
Con le tre liste civiche di centrodestra che mi sostengono ho un piano molto tangibile. Innanzitutto una sinergia con le forze dell’Ordine, cosa che quest’amministrazione non ha mai fatto. In secondo e terzo luogo, aumentare le telecamere di videosorveglianza e l’illuminazione pubblica, dal momento che alla sera ci sono zone della città, anche centrali, che restano pericolosamente in ombra. Poi, introdurremo il sacrosanto vigile di quartiere, come esiste in tante altre città d’Italia. E infine, consentiremo alla polizia municipale di dare supporto alla sicurezza. Vede, in questi anni l’amministrazione Borghi gli ha permesso di fare solo multe e contravvenzioni. Noi intendiamo dar loro un ruolo più importante.

Treviglio, il paradosso: il Centrodestra bergamasco sfida il Centrodestra trevigliese

Treviglio TREVIGLIO -- Sono 20 i chilometri che separano Treviglio da Bergamo. Ma è più la ...

“Bugiarda, bugiarda”: la Santanchè insultata dai manifestanti (video)

Daniela Santanché insultata dai manifestanti ROMA -- E' stata una serata decisamente movimentata per il sottosegretario all'Attuazione del programma Daniela ...