iscrizionenewslettergif
Cinema

George Clooney: diplomatico freelance in Sudan

Di Redazione11 aprile 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
George Clooney su "Vanity Fair"

George Clooney su "Vanity Fair"

Un “diplomatico freelance”. Parliamo di George Clooney, 50 anni tra un mese, in Africa nella regione petrolifera di Abyei, ”porta di ingresso” del Sud Sudan.

In un’intervista esclusiva rilasciata a “Vanity Fair” Clooney rivela il suo attaccamento all’Africa, a partire ormai dal 2005. L’attore aveva letto alcuni articoli sul “New York Times”: “Era appena terminata la stagione degli Oscar, avevo due film candidati, – spiega – per i quali avevo dovuto fare una vera e propria campagna elettorale, in giro a stringere mani e baciare bambini come un politico. Quando finì, non mi sentivo del tutto pulito. Volevo impegnarmi in qualcosa che mi facesse stare meglio”.

Ma l’amore per il Sudan gliel’ha trasmesso il padre che là faceva il giornalista. Con lui il primo viaggio e il via al Progetto Enough per porre fine ai genocidi. “Devi continuare a dare il tuo aiuto, ma devi stare molto attento- spiega l’attore-A volte i soldi non sono la risposta giusta per risolvere un problema”.

Pitt-Jolie verso la quarta adozione

Brad Pitt e Angelina Jolie Un tatuaggio che riporta le coordinate dei paesi d'origini dei loro sei figli. Angelina Jolie ...

Renée Zellweger: mondanità con Silvia Toffanin

Renee Zellweger Renée Zellweger è arrivata in Italia per un evento che unisce fashion e solidarietà. ...