iscrizionenewslettergif
Isola

Yara, la Cattaneo smentisce: non ho mai detto nulla ai giornali

Di Redazione6 aprile 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Cristina Cattaneo sul luogo del ritrovamento di Yara

Cristina Cattaneo sul luogo del ritrovamento di Yara

BREMBATE SOPRA — Smentisce tutte le frasi che i giornali le hanno attribuito. Cristina Cattaneo, consulente tecnico della Procura della Repubblica di Bergamo nel procedimento penale riguardante la morte di Yara Gambirasio, in una nota smentisce “la paternità delle frasi a me attribuite” nel corso delle indagini e si dissocia “da qualunque tipo di notizia divulgata dai media”.

“Inoltre – aggiunge – vorrei ribadire di non aver mai effettuato alcuna dichiarazione ai giornali e ai media in merito a questa vicenda in quanto rappresenterebbe una grave violazione del mio segreto professionale. Tutto questo, ovviamente, vale anche per ogni altra ‘voce’ circa risultati d’indagine a me riferibili correnti in ambito giornalistico”.

Una presa di distanza netta e inequivocabile da parte di una professionista seria e preparata che ha fatto delle riservatezza sui casi trattati uno dei pilastri della sua carriera. In particolare, l’anatomopatologa si riferisce alle notizie che taluni giornali le hanno attribuito e che volevano Yara “massacrata a pugni e poi strangolata”, al fatto che “non sarebbe stata uccisa nel campo di Chignolo d’Isola dove il corpo è stato ritrovato tre mesi dopo” e al presunto morso che la ragazzina avrebbe dato ai genitali del suo aggressore.

Yara, nuovo sopralluogo dei carabinieri al cantiere di Mapello

Il cantiere di Mapello BREMBATE SOPRA -- Mentre si moltiplicano le indiscrezioni sulla possibilità che Yara Gambirasio sia stata ...

Yara, il pm: il terriccio sul corpo è del campo di Chignolo

Il campo di Chignolo BREMBATE SOPRA -- "L'indiscrezione di Oggi non è vera". E' draconiano il pubblico ministero Letizia ...