iscrizionenewslettergif
Bergamo

Uccisero con violenza una volpe malata: due agenti a giudizio

Di Redazione6 aprile 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il tribunale di Bergamo

Il tribunale di Bergamo

BERGAMO — Si terrà il prossimo 8 aprile l’udienza conclusiva del processo che vede imputati due agenti della Polizia Provinciale di Bergamo accusati di aver ucciso in maniera oltremodo crudele una volpe gravemente malata e impossibilitata a muoversi.

La vicenda risale a marzo 2008. Alcuni cittadini di Gandellino, si rivolsero alla Polizia Provinciale per segnalare la presenza, nei pressi di un cantiere, di una volpe in evidente stato di difficoltà.

“La normativa nazionale e regionale, palesemente codificata, prevede che quando viene rinvenuto un animale selvatico in difficoltà, questo debba essere affidato al centro di recupero competente in provincia. A Gandellino, non andò così” spiegano gli animalisti della Lav (la Lega antivivisezione).

Secondo l’accusa, la Polizia Provinciale intervenne tramite due suoi agenti che avrebbero abbattuto il povero animale in maniera indicibile, finendolo con violenza contro un masso.

La Lav si è costituita parte civile nel procedimento a carico dei due agenti. “L’udienza dell’8 aprile dovrà finalmente fare giustizia – commenta Sara Chiodini, responsabile Lav Bergamo – e chiarire che, anche se un animale selvatico è malato al punto da dover essere soppresso, questo non può giustificare l’incrudelimento di cui si sono resi responsabili gli agenti della Polizia Provinciale”.

La decisione ora spetta al Tribunale che dovrà far luce sulla controversa vicenda.

Allarme scuola: sindacati preoccupati per i tagli

Scuola BERGAMO -- E' una situazione davvero insostenibile quella dei tagli alla scuola, sostengono i sindacati ...

“Pacco” alla napoletana: truffa il compro oro con gioielli placcati

Un compro oro BERGAMO -- Una truffa arguta, di quella che al Sud Italia viene definita "pacco". Perché ...