iscrizionenewslettergif
Sport

Colantuono: dobbiamo spingere sempre

Di Redazione2 aprile 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Stefano Colantuono

Stefano Colantuono

BERGAMO — Fare domande sensate ad un allenatore che vince 4-0 diventa difficile. Quando però è lui stesso ad agevolarti, sottolineando come nella prima frazione di gioco l’atteggiamento dei suoi un pochino l’ha fatto arrabbiare, anche una conferenza sulla carta priva di grossi significati risulta interessante.

Mister Colantuono, gara che la preoccupava chiusa con una goleada…

L’abbiamo dominata perchè siamo partiti bene e pur non avendo continuato con lo stesso spirito siamo stati bravi a rientrare nella ripresa con il piglio giusto per chiudere i conti addirittura in goleada.

Appunto, la squadra in vantaggio è sembrata spegnersi un po’…

Mi sono arrabbiato, negli spogliatoi ho detto ai miei giocatori che non va bene palleggiare perchè senti caldo: queste partite se le tieni vive può sempre succedere di tutto. Siamo andati sul 2-0, più avanti abbiamo gestito bene anche le ripartenze e nel finale abbiamo chiuso tutto.

Tiribocchi è stato il migliore in campo..

Sono contento, questa settimana ha lavorato molto bene e l’ho lasciato in campo proprio sperando che trovasse il gol: se lo meritava. Gli darà smalto e fiducia, sarà prezioso nel finale di stagione.

A chi le chiede di dare spazio ai giovani in questo finale?

A me della carta d’identità non interessa, ho già dato spazio a Bonaventura e Marilungo e oggi è toccato di nuovo a loro nel finale. Io devo vincere le partite, che decida uno di 20 anni o uno di 25 anni non mi interessa: ai ragazzi non puoi mettere troppa pressione, la maglia dell’Atalanta è pesantina e non si può ottenere tutto subito. In questa fase servono polso ed esperienza, anche i ragazzi avranno spazio ma ora conta solo vincere.

Con questi tre, ha conquistato quasi 200 punti in 3 campionati. Ci pensa mai?

No, davvero. Da domani dobbiamo tornare a preparare la gara di Modena: non ho tempo di pensare al resto, sono numeri che fanno piacere ma non possiamo cullarci su quelli.

Fabio Gennari 

Atalanta-Triestina: la fotogallery della partita

Cristiano Doni BERGAMO -- Sole, caldo e l'Atalanta che schianta per 4-0 l'avversario di turno. Cosa può ...

Nasce Atalanta, il personaggio nerazzurro

L'evoluzione di Atalanta BERGAMO -- Quella del calcio, è nata ormai da quasi 104 anni. Il suo mito, ...