iscrizionenewslettergif
Isola

Yara, nuovo caso per il direttore dello Sco Caldarozzi

Di Redazione30 marzo 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il direttore dello Sco Gilberto Caldarozzi

Il direttore dello Sco Gilberto Caldarozzi

BERGAMO — Dopo aver partecipato alle indagini sull’omicidio di Yara Gambirasio, il super-investigatore Gilberto Caldarozzi, direttore del Servizio centrale operativo (Sco) della Polizia, è stato “dirottato” su un nuovo caso: quello di un numero sospetto di furti d’oro nelle aziende di Arezzo.

Caldarozzi ha incontrato ieri nella città toscana il questore per fare il punto sulle indagini. Poi ha visto il prefetto e il procuratore della Repubblica di Arezzo. Caldarozzi e la sua squadra sono considerati la punta di diamante investigativa della Polizia di Stato. A lui si devono la cattura del boss Nitto Santapaola, l’arresto del serial killer di Padova Marco Profeta, la parziale sconfitta della mala del Brenta. Caldarozzi ha compiuto indagini determinanti sul rapimento e l’omicidio del piccolo Tommy.

Il direttore dello Sco era arrivato il 9 dicembre scorso a Bergamo per le indagini sul caso, ancora irrisolto, di Yara Gambirasio.

LEGGI ANCHE
Il super-investigatore: fino a prova contraria Yara è viva

Yara, senza esito le ricerche dell’aggressore morso ai genitali

I carabinieri BREMBATE SOPRA -- Nessuna traccia finora del presunto aggressore di Yara morso ai genitali, sempre ...

Yara e il rapimento di Montebelluna: punti di contatto?

Le ragazzine di Montebelluna BREMBATE SOPRA -- Due uomini, a bordo di un furgone bianco, avvicinano due ragazzine di ...