iscrizionenewslettergif
Bergamo

Processo Bellavita: pena ridotta per il commercialista

Di Redazione30 marzo 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il tribunale di Bergamo

Il tribunale di Bergamo

BERGAMO — In primo grado il tribunale di Bergamo li aveva condannati rispettivamente a 14 e 12 anni di reclusione. La corte d’appello di Brescia invece gli ha concesso una consistente riduzione di pena. Mazzata affievolita per il commercialista bergamasco Paolo Bellavita e la sorella Stefania, finiti a processo per una serie di reati di natura fiscale. I due, in secondo grado hanno preso rispettivamente 9 anni e sette mesi e 7 anni e nove mesi.

L’ ex assessore provinciale al Bilancio dell’allora Forza Italia e la sorella sono accusati di truffa milionaria all’Unione Europea risalente al 2004, diverse altre truffe, false fatturazioni per evadere l’Iva, falso. Al processo di primo grado, per loro il pubblico ministero aveva chiesto 8 anni e mezzo a testa. Il giudice aveva aumentato la pena di un terzo. La corte d’appello bresciana invece ha sentenziato prescritti alcuni dei 30 capi d’imputazione, mentre per uno è arrivata l’assoluzione perché il fatto non costituisce reato. Da qui la riduzione di pena.

Confermati i risarcimenti provvisionali per le parti civili. Cinque milioni di euro andranno all’Agenzia delle Entrate. Circa un milione e mezzo all ministero dello Sviluppo economico. E centomila euro per l’altra esponente di Forza Italia Alba Gambirasio.

Allarme bomba in tribunale: ma è un falso

La sede della Procura di Bergamo, in piazza Dante BERGAMO -- Sono stati momenti di ansia quelli vissuti questa mattina, intorno alle 10, negli ...

Alberghi costosi: scontro Federconsumatori-Ascom

Bergamo Alta BERGAMO -- "I prezzi degli alberghi a Bergamo sono troppo alti, per questo ci sono ...