iscrizionenewslettergif
bergamosvil1png
I grandi fatti

Fukushima: radioattività in mare 3300 volte sopra la norma

Di Redazione30 marzo 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Fukushima

Fukushima

Nonostante le rassicurazioni, è sempre più drammatica la situazione delle centrale atomica giapponese di Fukushima, distrutta dallo tsunami. Ieri le autorità nipponiche hanno reso noto che nel mare antistante 300 metri l’impianto, il tasso di iodio radioattivo era 3.355 volte superiore al limite legale. Il vice direttore generale dell’Agenzia per la sicurezza atomica giapponese, Hidehiko Nishiyama, ha minimizzato i potenziali effetti dell’acqua di mare radioattiva dal momento che la popolazione locale è stata evacuata, e nella zona le attività di pesca sono bloccate.

Il governo giapponese valuta come “possibile” la fuoriuscita di plutonio dalla centrale nucleare di Fukushima. Lo ha detto il capo di gabinetto, Yukio Edano, in una conferenza stampa, secondo cui “ci saranno più controlli anche nelle aree intorno all’impianto”. Al momento, ha aggiunto Edano, si tratta di bassi livelli di plutonio, indicando tuttavia di fatto nuovi pericoli per i tecnici impegnati alla messa in sicurezza di Fukushima e altri dubbi in materia di sanità pubblica.

Il capo di gabinetto ha spiegato che i 5 campioni presi dalla Tepco indicano che non ci sono rischi immediati. Quanto all’acqua fortemente tossica, il reattore n.2 è ritenuto essere nella condizione più pericolosa: la radioattività è di 1.000 millisievert/ora, pari a quattro volte il livello massimo di esposizione annuale cui può essere esposto un lavoratore in condizioni d’emergenza.

L’acqua che viene iniettata nel reattori è stata ridotta per allentare lo sforzo sui serbatoi e, quindi, limitare le perdita: tutto questo, ha concluso Edano, ha portato all’aumento della temperatura. Il raffreddamento del combustibile ha tuttavia precedenza sui problemi della fuoriuscita di liquido.

Intanto, forte della drammatica esperienza vissuta con il sisma dell’11 marzo e le relative conseguenze, il Giappone ha annunciato che l’uso dell’energia pulita sarà alla base dei piani di ricostruzione delle aree devastate.

Fukushima, possibile fuoriuscita di plutonio. Greenpeace: evacuare

Fukushima ll governo giapponese non esclude una possibile fuoriuscita di plutonio dalla centrale atomica di Fukushima. ...

Fukushima: il mare “ribolle” di radioattività

La centrale nucleare di Fukushima Il disastro nucleare si sta pericolosamente allargando. Gli ultimi rilievi effettuati in mare, a trecento ...