iscrizionenewslettergif
Sport

Bellini il saggio: la Triestina? E’ l’avversario più difficile

Di Redazione30 marzo 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Gianpaolo Bellini

Gianpaolo Bellini

ZINGONIA — Gianpaolo Bellini, un tipo omologato, non lo è mai stato. Di solito arriva davanti alle telecamere con lo sguardo fiero di chi nei momenti difficili ci mette sempre la faccia. Ora che le cose vanno bene, pare persino spaesato ma le sue risposte sono sempre piene. Pensate. Vere.

“La Triestina rappresenta l’avversario più difficile, prima di tutto perchè è la prossima sfida e poi perchè sono disperati e hanno bisogno di punti. Dovremo cercare di vincere, vogliamo arrivare davanti al Siena e non so quanti punti ci vorranno. Quattro vittorie? Io voglio ottenerne nove”.

A chi detiene il record di presenze con la maglia dell’Atalanta, inevitabile chiedere un pensiero per chi tra pochi giorni (venerdì 1 aprile) compie 38 anni. E pur essendo nato altrove, ha la Dea cucita addosso.

“Cristiano Doni è un monumento, non mi spiego come riesca alla sua età ad essere ancora così forte dentro il campo e nella preparazione di tutti i giorni. E’ un esempio per me e per tutti, lo è sempre stato. Ama il calcio, ha questi colori tatuati dentro e sente la maglia come pochissimi altri”.

Prima di lasciarvi gustare i 14 minuti e passa di Bellini, giusto sottolineare le sue parole quando un collega ha chiesto conto dei mugugni (generali e personali) che ogni tanto si odono. “Aspetterò la fine della stagione per fare un bilancio personale, i mugugni che si avvertono non ci toccano. Andiamo avanti, ci abbiamo fatto anche un po’ il callo: i tifosi veri ci sostengono sempre”.

Fabio Gennari

Atalanta, nuovo campo sintetico a Zingonia (video)

Il nuovo sintetico ZINGONIA -- Da fine giugno ad oggi, il Centro Bortolotti è cambiato. E nei prossimi ...

Capelli: al paese dicono che è fatta, io aspetto

capelli ZINGONIA -- "La serie A? Al paese tutti mi dicono che è fatta, è questa ...