iscrizionenewslettergif
bergamosvil1png
Poesie

“Et Voilà” di Jacques Prévert

Di Redazione29 marzo 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Un marinaio ha lasciato il mare
il suo battello ha lasciato il porto
e il re ha lasciato la regina
un avaro ha lasciato il suo oro
… et voilà
una vedova che lascia il suo lutto
una pazza che lascia il manicomio
e il tuo sorriso che lascia le mie labbra
… et voilà
Tu mi lascerai
tu mi lascerai
tu mi lascerai
tu tornerai a me
tu mi sposerai
tu mi sposerai
Il coltello sposa la piaga
l’arcobaleno sposa la pioggia
il sorriso sposa le lacrime
le carezze sposano le minacce
… et voilà
E il fuoco sposa il ghiaccio
e la morte sposa la vita
come la vita sposa l’amore
Tu mi sposerai
tu misposerai
tu mi sposerai.

“Con una fronda di mirto” di Archiloco

Con una fronda di mirto giocava ed una fresca rosa; e la sua chioma le ombrava lieve e ...

“Inno alla bellezza” di Charles Baudelaire

Vieni dal ciel profondo o l'abisso t'esprime, Bellezza? Dal tuo sguardo infernale e divino piovono senza scelta ...