iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Valseriana

Omicidio di Gandino: s’indaga negli affari di Barcella

Di Redazione24 marzo 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Gandino

Gandino

GANDINO — Sarà eseguita domani mattina, venerdì 25 marzo, all’ospedale di Bergamo l’autopsia sul cadavere di Santo Barcella, l’artigiano edile di 70 anni trovato morto in un sacco nero nei boschi sopra Gandino. Si tratta di un passaggio fondamentale per capire la dinamica dell’omicidio che posto fine alla vita dell’anziano.

I carabinieri stanno indagando nell’ambiente di lavoro del Barcella e tra le persone che lo conoscevano. Secondo gli investigatori, Santo Barcella aveva precedenti per truffa che risalgono al 2001. Forse qualcuna delle sue vittime non ha dimenticato, e a 10 anni di distanza potrebbe avere deciso di fargliela pagare.

Dall’autopsia dovrebbero arrivare elementi preziosi per le indagini. In particolare, gli esperti cercheranno di capire da cosa è stata provocata la ferita alla base del cranio trovata durante l’ispezione del cadavere.

Il cadavere è stato trovato poco distante da una stradina sterrata, avvolto in un telo di plastica nera. Non era stato notato da nessuno perché, fino a pochi giorni fa, ai 1100 metri di altitudine dove si trova il luogo del ritrovamento, prima dell’innalzarsi della temperatura, la neve ricopriva tutto.

Cadavere di un imprenditore edile nel bosco: misterioso omicidio a Gandino

Nuovo mistero nei boschi della Bergamasca updated GANDINO -- E' un settantenne di Clusone il cadavere trovato in un sacco nero ...

Giovedì i funerali del ragazzo morto in scooter

Simone Masserini FIORANO AL SERIO -- Si terranno giovedì 31 marzo i funerali di Simone Masserini, il ...