iscrizionenewslettergif
Isola

Casa Pound denuncia: la galleria di Bonate Sopra è disastrosa

Di Redazione24 marzo 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Lo striscione di Casa Pound

Lo striscione di Casa Pound

BONATE SOPRA — “Galleria San Roberto: Degrado, Abbandono, Pericolo”: sono questi i messaggi lanciati dallo striscione di denuncia che i militanti di CasaPound Italia Bergamo hanno affisso, in serata, all’interno della Galleria San Roberto, a Bonate Sopra.

Progettata negli anni ’80 ed inaugurata, invece, a Luglio del 2005, la struttura ha problemi riguardanti soprattutto infiltrazioni d’acqua e causa incidenti e disagi alla circolazione.

“E’, francamente, assurdo che, nonostante le numerosissime segnalazioni di provincia, comuni e privati cittadini che ogni giorno transitano per la galleria San Roberto, l’Anas, non abbia ancora risolto questo problema” spiega Alberto Brandolin, responsabile provinciale di CasaPound Italia. “Assistiamo al completo abbandono di un punto cruciale per il traffico dell’intera bergamasca, dal quale transitano, ogni giorno, migliaia di cittadini; una struttura soggetta a continue infiltrazioni d’acqua che, oltre a causare perdite copiose dalle pareti superiori della galleria creando un fastidioso “effetto pioggia”, provocano, a temperature rigide, la formazione di temibili stalattiti di ghiaccio che in qualunque momento possono staccarsi dal soffitto e piombare su una macchina in corsa, con conseguenze facilmente pronosticabili.
Logicamente, data la capacità di erosione dell’acqua corrente, non è nemmeno difficile immaginare la possibilità che,a breve, uno dei lastroni di cemento ceda causando problemi ben più gravi all’incolumità di chi transita”.

“E’ evidente che i lavori di isolamento delle infiltrazioni, effettuati nel mese di Maggio 2010 con la promessa di risolvere definitivamente il problema, non siano stati minimamente sufficienti ad arginare i gravi disagi che, soprattutto quest’autunno e quest’inverno, gli automobilisti bergamaschi hanno subito sulla propria pelle.
Un rattoppo mal riuscito che non ha retto nemmeno 6 mesi e che non ha certo le caratteristiche per riuscire a resistere al prossimo inverno” continua Brandolin.

“Siamo giunti ad una situazione di degrado e pericolo tali per cui ogni passaggio attraverso la Galleria San Roberto è paragonabile a una vera e propria roulette russa, dove chiunque è certo di entrare ma non è altrettanto certo di poterne uscire vivo. Auspichiamo che le istituzioni competenti non aspettino, davvero, il morto per fare qualcosa di concreto; proprio per questo chiediamo, con forza, che l’Anas, la Provincia ed i comuni interessati trovino un punto d’accordo per poter, finalmente, mettere in sicurezza la struttura e garantire, di conseguenza, l’incolumità ai cittadini”, conclude l’esponente di Casa Pound.

Dal dna dei parenti si può risalire all’assassino di Yara

Il campo di Chignolo BREMBATE SOPRA -- Forse l'omicida non si presenterà al test volontario del dna, ma qualcuno ...

Betoniera si ribalta: operaio di Chignolo muore schiacciato

La betoniera ribaltata MONZA -- Drammatico incidente stradale in via Fermi, a Monza. Un bergamasco di 35 anni ...