iscrizionenewslettergif
I grandi fatti

E la nube di radiazioni arriva sul Nord Italia

Di Redazione23 marzo 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La centrale atomica di Fukushima

La centrale atomica di Fukushima

Entro un paio di giorni arriveranno sull’Italia. Dopo aver attraversato mezzo pianeta, le radiazioni emesse dalla centrale nucleare giapponese di Fukushima, pesantemente danneggiata dallo tsunami, arriveranno anche nel nostro paese. Grossomodo fra mercoledì e giovedì.

Secondo gli esperti si tratta di quantità minime che non pregiudicano la salute umana. Una parte delle radiazioni sono già arrivate in Europa, rimanendo ben al di sotto dei livelli di allarme. Lo affermano alcune agenzie europee specializzate nelle rilevazioni. Secondo la Comprehensive Test Ban Treaty Organisation, un’agenzia dell’Onu che ha 63 stazioni di osservazione nel mondo, le particelle radioattive giapponesi sarebbero già arrivate in Islanda passando per gli Usa.

Poi toccherà all’Europa: “E’ solo una questione di giorni prima che si disperdano in tutto l’emisfero nord – afferma Andreas Stohl, uno degli esperti dell’agenzia – ma per l’Europa non ci sono assolutamente pericoli per la salute”. La previsione è confermata dall’agenzia francese per la sicurezza nucleare, secondo cui piccole quantità di ioduro radioattivo proveniente da Fukushima, da mille a 10mila volte inferiori a quelle giunte da Chernobyl, dovrebbero raggiungere la Francia oggi, e poi estendersi verso sud nei giorni successivi.

La dose attesa, dicono gli scienziati italiani dell’Ispra “dovrebbe essere tra 1.000 e 10 mila volte meno di quella che arrivò dopo Chernobyl. Ci aspettiamo valori da 100 a 1.000 milionesimi di baquerel per metro cubo di aria”.

Attacco alla Libia: Tornado italiani in azione

Un Tornado in azione ROMA -- Ancora bombe e missili sulla Libia nel secondo giorno dell'operazione "Odissey Dawn" della ...

La nube radioattiva arriva sull’Italia: non servono i medicinali

La centrale atomica di Fukushima "Vogliamo rassicurare la popolazione che si trova nel nostro Paese sul fatto che, a oggi, ...