iscrizionenewslettergif
Politica

Federalismo: la Lega punta sui manifesti

Di Redazione21 marzo 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il manifesto della Lega

Il manifesto della Lega

BERGAMO — Tira aria di campagna elettorale, almeno giudicando dalla battaglia a suon di manifesti che si sta scatenando fra centrosinistra e centrodestra in queste ore. Il computo della cartellonistica vede come ultimo ingresso un cartellone della Lega Nord che rivendica i meriti del federalismo ottenuto dai lumbard.

“La Lega si sta impegnando per portare avanti il processo federativo – ha commentato Alberto Ribolla, capogruppo leghista a Palazzo Frizzoni -. Si tratta di un processo lungo e non immediato, del quale già oggi stiamo vedendo i risultati: i primi decreti, quello demaniale, quello sui fabbisogni standard di Comuni e Province e quello municipale, sono già stati approvati. Il prossimo traguardo è quello del federalismo regionale, che consentirà ai Comuni del Nord, Bergamo compreso, di godere di maggiore autonomia e di poter contare su maggiori introiti. In particolare, l’introduzione dei fabbisogni standard al posto dei costi storici (che premiavano gli enti spreconi) consentirà di eliminare sprechi ed inefficienze e di responsabilizzare finalmente tutti gli amministratori”.

“L’obiettivo politico fondamentale della Lega è il federalismo: lo stiamo perseguendo punto dopo punto – aggiunge il segretario cittadino della Lega Nord Luisa Pecce -. Al di là delle sterili polemiche, Bergamo sarà tra i Comuni che godranno dei maggiori benefici:ricordiamo infatti che secondo i dati emersi dalle simulazioni della Cgia di Mestre, che ha misurato gli effetti economici del decreto, il federalismo porterà a Bergamo 53 euro in più pro capite. Questo è il messaggio che vogliamo comunicare alla cittadinanza, attraverso un manifesto chiaro ed immediato per dire che la Lega, ancora una volta, sta lavorando per mantenere quanto promesso”.

Idv, Di Pietro fa fuori Tranfaglia: ha tentato di ricattarmi

Antonio Di Pietro BERGAMO -- C'eravamo tanto amati. E' finito a pesci in faccia l'idillio fra Antonio Di ...

Poliziotte sexy e baci saffici: ecco le foto “proibite” di Arcore

Le foto incriminate MILANO -- Una poliziotta scollacciata e con le manette di metallo, un bacio saffio, un ...