iscrizionenewslettergif
Bergamo

E i palazzi dello Stato non espongono il tricolore

Di Redazione18 marzo 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Solo una bandierina di lato per la Banca d'Italia

Solo una bandierina di lato per la Banca d'Italia

BERGAMO– Si è fatto un gran parlare della Festa dell’Unità d’Italia. Sono volate parole grosse e polemiche roventi sui festeggiamenti. Favorevoli e contrari, menefreghisti e indignati si sono dati aspra battaglia. Il presidente della Provincia Ettore Pirovano è stato pubblicamente fischiato per le posizioni discutibili della Lega. Ma poi ti guardi intorno e ti accorgi che i palazzi istituzionali del centro città, quelli dello Stato italiano, non hanno esposto una bandiera tricolore una alle finestre.

E non parliamo di Palazzo Frizzoni o della sede della Provincia. Parliamo degli altri. Dell’edificio del Tribunale, di quello della Procura, del Palazzo dell’Inps, della Banca d’Italia. Per alcuni, solo la striminzita bandiera d’ordinanza, quella esposta più o meno tutti i giorni. Per il resto, facciate sgombre.

E dire che lì risiede lo Stato italiano con tutte le sue funzioni pubbliche. Da lì si rapporta ai cittadini, attraverso i suoi “funzionari” di ogni ordine e grado. Quegli edifici sono emanazione diretta del potere centrale italiano, sono la presenza dello Stato sul territorio. Forse lo Stato, nei magri bilanci, non ha dato loro i soldi per acquistare le bandiere.

Certo è che le immagini valgono più di mille parole. Guardate la carrellata qui sotto per rendervene conto.

Striscioni per il Bocia in centro città: rimossi dalla polizia

Claudio "Bocia" Galimberti BERGAMO -- Sono apparsi nella notte e molto presto sono stati tolti dalle forze dell'ordine. ...

Unità d’Italia, la gaffe a Bergamo: il monumento di Garibaldi senza bandiera

Il monumento a Garibaldi, ieri, alla rotonda dei Mille BERGAMO, Centro città -- Sarà stato un problema di organizzazione, ci sarà stato un impedimento ...