iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Poesie

“Sai cos’è bello” di Alessandro Baricco

Di Redazione17 marzo 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Sai cos’è bello, qui?
Guarda: noi camminiamo,
lasciamo tutte quelle orme sulla sabbia,
e loro restano lì, precise, ordinate.
Ma domani, ti alzerai,
guarderai questa grande spiaggia e non ci sarà più nulla,
un’orma, un segno qualsiasi, niente.
Il mare cancella, di notte. La marea nasconde.
È come se non fosse mai passato nessuno.
È come se noi non fossimo mai esistiti.
Se c’è un luogo, al mondo, in cui puoi pensare di essere nulla,
quel luogo è qui. Non è più terra, non è ancora mare.
Non è vita falsa, non è vita vera.
È tempo. Tempo che passa. E basta

“Memento” di Federico Garcìa Lorca

church-trees Quando morrò seppellitemi con la mia chitarra sotto l'arena. Quando morrò tra gli aranci e la menta. Quando morrò, seppellitemi, se ...

“Vastità di pini” di Pablo Neruda

tumblr_ld4l4eL4wU1qc70lm Ah vastità di pini, rumore di onde che si frangono, lento gioco di luci, campana ...