iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Provincia

Yara, dalla procura poche novità: indagini in alto mare

Di Redazione16 marzo 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

BERGAMO — Le attese sono andate deluse. Chi si aspettava delle grandi novità dalla conferenza stampa convocata ieri dal procuratore aggiunto Massimo Meroni sul caso Yara è rimasto a bocca asciutta. Come accaduto in precedenza, il magistrato (nell’immagine realizzata da Alberto Mariani, agenzia Eccetera) è stato molto abbottonato e non ha lasciato trapelare particolari di rilievo sulla vicenda. E alla fine non ha detto proprio nulla.

Non c’è una pista privilegiata, non c’è un movente certo, non ci sono ipotesi realistiche su quanto accaduto la sera del 26 novembre 2010. “Per arrivare a qualche conclusione, attraverso le analisi dell’autopsia, serviranno mesi e mesi” ha detto Meroni. In altre parole, l’indagine che sta impiegando i migliori investitagori d’Italia pare ancora in alto mare.

Ragazza litiga con l’amica e le incendia l’automobile

I pompieri in azione CASTELLI CALEPIO -- Incastrata dalle telecamere di videosorveglianza che l'hanno ripresa in motorino sul luogo ...

Fine settimana variabile e tendente al bello

Fine settimana all'insegna della variabilitàBERGAMO -- Sarà un fine settimana all'insegna della variabilità e la tendenza al bello quello ...