iscrizionenewslettergif
Isola

Yara, il marocchino al telefono: “L’hanno uccisa davanti al cancello”

Di Redazione16 marzo 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Mohamed Fikri

Mohamed Fikri

BREMBATE SOPRA — Mohamed Fikri, il muratore marocchino arrestato il 4 dicembre scorso per l’omicidio di Yara Gambirasio e poi rilasciato, avrebbe detto, durante una telefonata alla fidanzata intercettata dai carabinieri, “uccisa davanti al cancello”. Ma la conversazione non venne inserita nel fascicolo giudiziario riguardante il muratore. Lo sostiene il settimanale “Panorama”.

Sempre secondo quanto riporta il settimanale, il pm non avrebbe chiesto conto della frase durante l’interrogatorio del 6 dicembre. Fikri era finito in carcere dopo un’operazione dei Carabinieri che, convinti che il marocchino fosse in fuga verso il Nordafrica, avevano costretto il traghetto su cui viaggiava a rientrare in Italia. Tutta l’accusa, si era appreso, ruotava attorno a un’altra telefonata, dal contenuto ambiguo. Quella che diceva : “Allah mi perdoni, non l’ho uccisa io”. A una seconda, più attenta valutazione, la frase è risultata essere “Allah mi protegga”, del tutto fuori contesto rispetto all’omicidio della ragazzina, e il marocchino fu liberato. A sua discolpa un alibì confermato anche dal datore di lavoro.

L’avvocato di Fikri Roberta Barbieri ha detto al giornale di non sapere assolutamente della nuova frase, perché non inserita nei verbali dell’interrogatorio del 5 dicembre davanti al pubblico ministero, e tanto meno in quelli dell’udienza di convalida davanti al Gip del 6 dicembre. La procura di Bergamo invece ha smentito, aggiungendo di aver messo agli atti proprio tutto, “anche i brogliacci delle intercettazioni”. Intanto la prossima settimana è previsto il rientro in Italia del marocchino. La sua posizione giudiziaria, secondo la magistratura, andrà verso l’archiviazione.

Yara morta di freddo dopo una lunga agonia?

Il campo di Chignolo BREMBATE SOPRA -- Quel si sapeva già è stato confermato. Ma oltre alla presenza di ...

Yara e il mistero dell’uomo di 40 anni vicino alla palestra

La palestra del centro sportivo di Brembate Sopra BREMBATE SOPRA -- In assenza di dati certi, dominano le indiscrezioni sul caso di Yara ...