iscrizionenewslettergif
Bassa

Tenta di assoldare un marocchino per uccidere la cognata

Di Redazione15 marzo 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I carabinieri in azione

I carabinieri in azione

TREVIGLIO — E’ una storia che sembra tratta da un film del terrore, quella che viene da Treviglio. Un bergamasco di 68 anni, residente nella cittadina della Bassa, ha assoldato un muratore marocchino per uccidere la cognata, rubarle i gioielli e far saltar per aria con il gas l’edificio in cui viveva.

L’uomo per fortuna è stato arrestato ed è finito in carcere con l’accusa di tentato omicidio. Tutto comincia con un annuncio sul giornale. Il bergamasco si finge imprenditore edile cerca un immigrato per un lavoro. All’inserzione risponde un lavoratore marocchino di 31 anni che fissa un appuntamento con il sedicente datore di lavoro.

Quando i due si incontrano, il bergamasco consegna all’extracomunitario una borsa contenente una mazza e un foglio con le istruzioni del lavoro che avrebbe dovuto portare a termine. Il marocchino, non sapendo l’italiano, si fa tradurre il contenuto dal fratello e resta di “stucco”. Il finto imprenditore gli chiedeva di recarsi a Romano di Lombardia (Bergamo), nell’appartamento della cognata, 62 anni, e di colpirla alla testa con la mazza. Dopodiché rubare soldi e gioielli e far saltare in aria l’edificio con il gas.

L’extracomunitario ha subito allertato i carabinieri. I militari hanno suggerito di organizzare un appuntamento fittizio e così hanno incastrato il 68enne. L’uomo da tempo l’uomo aveva dei dissidi con la cognata e di recente era stato persino condannato per stalking nei confronti della donna.

Mobili pagati e mai consegnati: il mobilificio Aiazzone nei guai

Il mobilificio Aiazzone di Pognano BERGAMO -- La Procura di Torino ha aperto un'inchiesta su uno dei più noti mobilifici ...

Ritrovati i due ragazzini in fuga d’amore: erano a Boltiere

Jonathan e Maria BOLTIERE -- Sono stati ritrovati. Dopo giorni di apprensione da parte della famiglia, Jonathan ...