iscrizionenewslettergif
Bergamo

Medicinali a pazienti morti: 76 farmacisti nei guai per truffa

Di Redazione15 marzo 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un farmacista

Un farmacista

BERGAMO — Truffa ai danni del Servizio sanitario regionale e falso. Sono i reati che la Procura di Bergamo, in seguito alle indagini del Nas dei Carabinieri di Brescia, in collaborazione con l’Asl della provincia di Bergamo, contesta a 76 farmacisti e titolari di farmacie del territorio bergamasco.

Si tratta di una truffa particolarmente odiosa, perché ad essere raggirato è stato, ancora una volta, il Servizio sanitario pubblico, quello che provvede alla salute della collettività. Le accuse sono molto pesanti, e arrivano al termine della prima fase di articolate indagini tese al monitoraggio della spesa farmaceutica in provincia di Bergamo, con particolare riferimento alla dispensazione di medicinali con costo a carico del Servizio sanitario regionale di presidi per assistenza sanitaria integrativa (diabetica, assorbenza, celiachia ed altro).

Secondo l’indagine, i farmacisti sarebbero responsabili di avere – in diversi momenti e taluni con più azioni – dispensato a pazienti in realtà deceduti, prodotti per i diabetici, assorbenti per l’incontinenza, prodotti per la celiachia ed altro.

In particolare, è emerso che i farmacisti avrebbero contabilizzato ed ottenuto dal Servizio sanitario regionale il rimborso economico dei farmaci consegnati, a fronte di un piano terapeutico autorizzato, a pazienti già deceduti. La pratica amministrativa veniva completata con un una firma falsa del deceduto (o di proprio ignaro congiunto) sull’apposito modulo di ricevuta.

Scuola, il provveditore Roffia va in pensione

Luigi Roffia BERGAMO -- Una volta si chiamava provveditore. Oggi, dirigente scolastico. Ebbene, l'attuale dirigente scolastico di ...

Pipistrelli per cacciare le zanzare: arrivano le “bat box”

Un nido per pipistrelli BERGAMO -- Sono il modo più naturale del mondo per combattere le fastidiosissime zanzare che, ...